Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 16292 del 10 ottobre 2007 delle ore 12:34

Savona, l’assessore Molteni sulla sovrapposizione di date tra Orchestra Sinfonica e Opera Giocosa

Già all’indomani della presentazione, avvenuta con successo in Cappella Sistina, della stagione concertistica dell’Orchestra Sinfonica di Savona ho cominciato a registrare commenti relativi alla sovrapposizione della data di debutto ai Magazzini del caffè di Vado con quella dell’opera “Tutti in maschera” prodotta dall’Opera Giocosa, previsti entrambi per il 12 ottobre. Qualcuno ha visto, in questa sovrapposizione, uno sgarbo dell’Orchestra ai danni dell’Opera Giocosa.
Claudio Gilio, presidente del complesso sinfonico, precisa – in una lettera a mie mani – che “la particolarità dello spettacolo ci impone di adeguarci alle esigenze produttive di chi ci ospita.
La scelta del 12 non è quindi nostra, bensì rappresenta l’unica data possibile nel mese di ottobre. Per tale ragione né chi scrive né il Comune hanno alcuna responsabilità in merito. Resta certo il rammarico della sovrapposizione, anche se va ricordato che entrambe le iniziative vedono nella data indicata solo una delle recite, replicate diversamente nei giorni seguenti”.
Il chiarimento del maestro Gilio mi pare più che sufficiente. Aggiunto una mia considerazione: gli spettacoli si svolgono in città diverse (Vado e Savona, appunto), in contesti diversi e propongono musica per tipologie di pubblico differenti.
Non solo. Penso che ci dovremo abituare alle sovrapposizioni se vogliamo far crescere le proposte culturali nel nostro territorio. Questa estate, nella stessa sera, si sono svolti i concerti di Angelo Branduardi sul Priamàr e di Paul Jeffrey al Santuario. Sono stati due straordinari successi. Savona è una città affamata di cultura e stanca di sterili polemiche.

Ferdinando Molteni
Assessore alla Cultura del Comune di Savona


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli