Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 16374 del 12 Ottobre 2007 delle ore 08:41

Referendum welfare: in provincia il sì ha vinto con l’85%

Provincia. L’85% dei lavoratori savonesi ha detto sì all’accordo sul welfare siglato da governo e sindacati. La partecipazione al voto è stata di 22 mila 981 persone e l’esito del referendum ha rappresentato un successo per Cgil, Cisl e Uil. A seconda dei diversi comparti produttivi, il favore all’adesione è stato accordato in misura diversificata: commercio 94,7%, trasporti 61,18%, energia 72,48%, chimici 72,19, meccanici 75,08%, edili 86,07%, telefonici 83,17%, postali 93,21%, igiene e ambiente 88,31%, sanità pubblica 78,24%, sanità privata 14,29%, cooperazione sociale 94,10%, stato 81,15%, enti parastatali 77,05%, scuola 86,28%, credito 43,71%. Alta la partecipazione al voto dei pensionati. “La consultazione sull’accordo sul welfare si è chiusa nella nostra provincia con un risultato straordinario che va ben oltre l’importantissimo risultato del voto – osservano Francesco Rossello della Cgil e Maresa Meneghini della Cisl – Cgil, Cisl e Uil nel giro di 15 giorni hanno effettuato 264 assemblee confrontandosi con diverse migliaia tra lavoratori, pensionati e precari. Di questi 22981 (2500 in più rispetto alla consultazione del 1995) hanno partecipato al voto. L’85,10% (pari a 19316 voti) si è espresso a favore dell’accordo, il 14,9% (pari a 3383 voti) si è dichiarato contrario. A differenza del 1995 c’è stata una partecipazione molto più elevata tra i pensionati, questa volta coinvolti dal capitolo riguardante l’aumento delle pensioni minime. Tuttavia il dato più rilevante è che, anche tra i lavoratori attivi, la percentuale dei sì (81,01%) è di gran lunga superiore a quella dei no (18,99%). Insomma, una grande prova di democrazia e di partecipazione da valorizzare e da difendere dalle strumentalizzazioni”.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli