Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 16379 del 12 Ottobre 2007 delle ore 09:15

Scuola: la ricreazione storica come progetto pedagogico

Savona/Genova. Si svolge a Savona e Genova dal 15 al 19 ottobre l’importante incontro Italiano nell’ambito del progetto comunitario Socrates Comenius che vede la collaborazione delle Università e dei centri di formazione per insegnanti di Spagna, Portogallo, Grecia, Turchia e Repubblica Ceca. La sessione nazionale, organizzata dal Dissgell, il dipartimento della Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Genova ha come tema “La ricreazione storica come progetto pedagogico”, attività su cui si sono già svolti due meeting, rispettivamente in Portogallo e Spagna. Obiettivo generale è “far vivere la storia” ad allievi che abbiano un’età massima di 15 anni. Ogni partner internazionale è portatore di modelli e prassi che espone nell’incontro ligure. Beneficiari intermedi sono gli insegnanti, dalla scuola dell’infanzia alla secondaria superiore, in una prospettiva interdisciplinare ed interculturale, e gli studenti universitari che abbiano interesse e motivazioni per l’insegnamento. Beneficiari finali sono, ovviamente, gli allievi delle scuole.
I due seminari europei del meeting sono aperti al pubblico: il 16 ed il 18 ottobre mattina, rispettivamente presso il C.P.F.P. Franco Varaldo della Provincia di Savona (h.9-14) ed in Aula Mazzini a Genova, Via Balbi 5 (h.9-13).
Il programma è particolarmente ricco con i vari interventi dei partners europei. I temi illustrati dai relatori dell’ Università di Genova abbracciano tematiche di spessore. In particolare viene focalizzata l’attenzione su: “Storia e ricreazione storica: il pensiero europeo da Mazzini alla nascita dell’Unione Europea” di cui è relatore il docente universitario Giulio Peirone per arrivare, tramite un mirato excursus storico, a “I primi 50 anni dell’Europa” a cura del prof. Roberto Sinigaglia. Un altro tema affrontato è quello relativo ai processi migratori: dal 1880 inizia infatti l’immigrazione ligure verso l’America. Nella ricreazione storica, i giovani sono portati a capire che viviamo in Europa, e che gli stranieri che arrivano in Italia sono simili agli Italiani dell’800.
Ultima tappa è la partecipazione ad un corso di formazione (parte a distanza, parte in presenza) per gestire con gli allievi un percorso utile di ricreazione storica. Le iniziative saranno raccolte e faranno parte di un sito europeo dedicato al progetto Comenius.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli