Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 16531 del 16 Ottobre 2007 delle ore 10:03

Finanziaria 2008: presa di posizione della C.M. Val Bormida

Millesimo. Il Presidente della Comunità Montana Alta Val Bormida, Sergio Gallo, prende una posizione decisa contro la proposta di riforma delle Comunità Montane contenuta nella legge finanziaria 2008. A tale riguardo, ha partecipato alla conferenza dei Presidenti delle Comunità Montane della Liguria presso l’Uncem Regionale dove ha ribadito la peculiarità dell’ente da lui presieduto sia in ordine alle politiche unitarie che occorrono per la tutela di un territorio come quello valbormidese, provato dalla crisi delle grandi industrie, sia in ordine a quelli che sono i servizi associati svolti per conto dei Comuni, da ultimo l’avvio della funzione decentrata del catasto. Il Presidente Gallo afferma: “la riforma delle Comunità Montane come prospettata dalla legge finanziaria è palesemente inopportuna in quanto tiene conto solo dell’aspetto altimetrico. Questo porterà ad una ridefinizione territoriale degli enti montani che interesserà anche la nostra Comunità e comprometterà il carattere omogeneo sotto il profilo amministrativo dell’intera Valbormida, con grave pregiudizio sulle scelte unitarie che occorrerà adottare sui gravi problemi occupazionali ed ambientali e con altrettanto grave danno per l’attività svolta in favore dei Comuni.”. Il Presidente Gallo ha così ritenuto inviare ai sindaci una lettera che li invita ad assumere iniziative contro le norme vessatorie per la montagna contenute nella legge finanziaria ed ha altresì deciso l’adozione di un ordine del giorno e la partecipazione dell’ente alla manifestazione di protesta nazionale che è stata indetta a Roma per il 24 ottobre prossimo.
Di seguito un estratto del testo della lettera inviata ai comuni: “Alle SS.VV. di esprimersi attraverso atti deliberativi, approvazione di ordini del giorno o quant’altro riteniate opportuno intraprendere, per ottenere il ritiro della proposta di legge finanziaria in ordine alle norme vessatorie della montagna. A tale riguardo, la nostra Comunità approverà l’ordine del giorno predisposto dall’UNCEM regionale, ed intende organizzare la presenza del nostro ente alla manifestazione indetta dall’UNCEM nazionale che si terrà a Roma il prossimo 24 ottobre. A tale riguardo si chiede anche la vostra adesione e partecipazione alla manifestazione medesima con modalità da concordare”.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli