Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 16656 del 18 Ottobre 2007 delle ore 21:43

Provincia, respinta la mozione contro Bertolotto: 13 a 10

[thumb:4465:r]Provincia. 13 voti contrari e 10 favorevoli. E’ stata respinta la mozione sfiducia presentata dall’opposizione consiliare contro il presidente Marco Bertolotto e la giunta provinciale savonese. Intorno alle 21,25, dopo una crescente attesa cominciata alle 14, si è tenuta la votazione sulla mozione dei dodici consiglieri minoranza, tutto il centro destra in blocco e i due consiglieri dello Sdi usciti dalla maggioranza. Un esito scontato, anche se di fatto il centro sinistra mantiene un solo voto di vantaggio in consiglio. Alla votazione non hanno partecipato i consiglieri di centro destra Eugenio Maineri e Marco Melgrati: il primo non si è presentato perché appena dimesso dall’ospedale, dove era ricoverato per un malore, il secondo ha preferito lasciare l’aula per non votare una mozione che ha definito “pretestuosa”. Alla fine la sfiducia invocata dagli esponenti di Forza Italia, An, Nicolick ex Lega, e Bellasio, supportati dai socialisti passati alla minoranza, non si è concretizzata. Tiene, quindi, la maggioranza in Provincia, in una lunga seduta del consiglio provinciale durata oltre sette ore. Dopo l’introduzione della mozione da parte del capogruppo di Forza Italia Livio Bracco e la replica del presidente Bertolotto, hanno parlato gli assessori e i consiglieri presenti. Oltre alla mozione di sfiducia, all’ordine del giorno nella seduta odierna anche un’interpellanza dei consiglieri d’opposizione Bracco, Bellasio, Nicolick e Maineri sull’apertura del sito personale da parte del presidente della Provincia, il blog “Speak About”, che secondo la minoranza viene utilizzato come forum di dibattito sul Partito Democratico più che come spazio di dibattito sui problemi del territorio provinciale. Nel suo intervento il presidente della Provincia ha rivendicato l’azione amministrativa della sua giunta, dal campo economico con il rilancio di aziende come la Saint Gobain, Bombardier, Gavarry, Cantieri Rodriguez, FAC, Piaggio, Ferrania, all’innovativo piano energetico provinciale incentrato sulle energie rinnovabili, al piano provinciale dei rifiuti, agli interventi nel settore della viabilità fino al ruolo dell’ente provinciale nel risanamento dell’area ex-Acna di Cengio. “Un bilancio sicuramente positivo che ha rilanciato la Provincia quale soggetto protagonista nello sviluppo del territorio provinciale” ha detto Bertolotto, il quale non ha nascosto la necessità di riallacciare i rapporti con lo Sdi e ricompattare così tutta la maggioranza di centro sinistra. “Gli elettori hanno votato una coalizione di centro sinistra compatta e unita – ha detto – Quello che mi preoccupa ora è riaprire un dialogo con lo Sdi”. L’opposizione di centro destra è andata all’attacco della giunta su alcune questioni rimaste ancora irrisolte, dal polo scolastico di Albenga, all’ampliamento degli uffici provinciali, con un rinvio al 2010, oltre al progetto dell’Auditorium per la città di Savona previsto nel quartiere di Legino, “in una zona troppo periferica”, ha sottolineato il capogruppo di Forza Italia Livio Bracco. Sotto accusa anche le politiche ambientali e la mancanza di trasparenza nella vicenda della discarica per rifiuti speciali della Filippa a Cairo Montenotte. Argomentazioni stigmatizzate da Bertolotto come prive di sostanza e fondamento politico, così come la stessa mozione di sfiducia presentata dall’opposizione.

[image:4465:c:s=1:t=il Presidente della Provincia Marco Bertolotto
e la Vicepresidente Lorena Rambaudi]


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli