Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 16630 del 18 Ottobre 2007 delle ore 11:34

Savona: Vito Cafueri contro “il silenzio del Palazzo”

Egregio Presidente del Consiglio del Comune di Savona, sono con questa mia a segnalarle di quanto poco conto siano tenute le segnalazioni da me rivolte ai responsabili che tengono i rapporti con il Decentramento Savonese. Mi rendo perfettamente conto essere un rappresentante della opposizione di quella maggioranza che regna in Palazzo Sisto ma i problemi da me sollevati sono il frutto di necessità della nostra Comunità e che riguardano tutti, indistintamente, i cittadini Savonesi.
Anzi per essere più precisi essi riguardano la sicurezza in particolare dei “deboli” di cui tutti si dichiarano interessati con le parole ma, non con i fatti.
I proclami lanciati sui media savonesi, da alcuni personaggi di quella maggioranza, durano la luce di un giorno per trovare poi il buio, il silenzio e la inoperosità di settimane, mesi, anni.
Da mesi ho richiesto un incontro monotematico con l’ Assessore ai Quartieri per risolvere il problema della pericolosità dell’ incrocio stradale di Corso Vittorio Veneto – Via Nizza – Via Cilea. Da settimane ho sollecitato interventi alla commissione barriere architettoniche sulla Corso Vittorio Veneto e sulla Via Nizza (prime in assoluto, per pericolosità, tra tutte le arterie savonesi ).
I silenzi e le inoperosità a quelle denuncie e segnalazioni sono da me stati pietosamente giustificati da “periodi ferie estive da rispettare” da “eventuali indisponibilità fisiche da curare” da “impegni di carattere politico tipo elezioni primarie ” da rispettare ma….. nel mio DNA culturale ed in quello dei cittadini Savonesi vale prima di tutto la massima “SAFETY FIRST”, massima che – comunque – ha accompagnato tutta la mia vita lavorativa.
Non credo che il nostro Sindaco abbia assegnato la soluzioni dei problemi sicurezza e sociale a persone mosse da solo spirito di partecipazione De Coubertiniano .
Credo invece che lo spirito sia stato quello ottenere, per i savonesi, sicurezza e vivibilità con la massima tempestività.
Distinti saluti.

Vito Cafueri
Consigliere IV Circoscrizione
Comune di Savona


» Redazione

1 commento a “Savona: Vito Cafueri contro “il silenzio del Palazzo””
Bruno Pirastu ha detto..
il 18 Ottobre 2007 alle 13:19

Condivido pienamente quanto scritto anche perchè i consiglieri di Circoscrizione sono , al di là della posizione politica, il primo riferimento per tutti i cittadini ed è giusto che gli si dia spazio e risposta specialmente quando si parla di Sicurezza. Per fortuna il tormentone della fusione tra i due partiti sta finendo e forse i professionisti potranno tornare ai loro compiti e doveri e , magari, fare un giro per la città e vedere di fatto i problemi che ci sono nel vivere quotidiano e non solo nei massimi sistemi. Un marciapiede dissestato, un tombino sporgente , un palo segnaletico che restringe il marciapiede, striscie pedonali invisibili, scarsa illuminazione, questi sono piccoli problemi da risolvere ma grandi, enormi , per quelli che , specialmente diversamente abili e su carrozzina si ci imbatte. E’ solo questione di buona volontà , la stessa che anima anche i consiglieri di circoscrizione che se ne fanno carico.

CERCAarticoli