Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 16670 del 19 Ottobre 2007 delle ore 11:16

Savona, un camper attrezzato per le emergenze ambientali

[thumb:4467:r]Savona. E’ stato inaugurato ieri a Savona, nel cortile del Palazzo della Prefettura, il nuovo Laboratorio Mobile Analisi Ambientali dell’Arpal, l’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente Ligure. Di fronte a una sessantina di rappresentanti di forze armate e istituzioni solitamente coinvolte nelle emergenze ambientali, il vicario di Savona Don Giusto ha benedetto il mezzo mobile, unico nel suo genere in tutta la regione. “Sono molto contenta di poter inaugurare questo nuovo laboratorio proprio nel nostro cortile” ha esordito il Prefetto di Savona Nicoletta Fedriani, che ha sostenuto l’iniziativa fin dalla sua ideazione. “Oltre all’utilizzo pratico nel lavoro di tutti i giorni e durante le emergenze, un simile mezzo mobile simboleggia anche la condivisione e la collaborazione fra i diversi enti che operano per il bene pubblico”. Assegnato al Dipartimento Provinciale Arpal di Savona, il laboratorio mobile, un camper opportunamente strutturato, potrà operare in caso di emergenze ambientali sull’intero territorio ligure. Grazie alla strumentazione avanzata di cui è dotato (fra cui spiccano una stazione meteorologica, sonde multiparametriche, campionatori, analizzatori di gas e inquinanti) sarà possibile effettuare analisi veloci e precise di acqua, aria, terreni, rifiuti e sostanze pericolose (tossiche, esplosive, radioattive). Ha richiesto “un investimento di oltre 400.000 euro”, precisa Luciano Pasquale, presidente della “Fondazione De Mari Cassa di Risparmio di Savona” che ha finanziato integralmente l’iniziativa, “ma sono soldi ben investiti in uno strumento concreto a favore della collettività“. Accanto alle prime azioni sul campo, bisognerà portare avanti la realizzazione di protocolli tecnico-operativi fra gli enti coinvolti durante le emergenze, e accordi per la normale attività gestionale con istituzioni quali Autorità Portuale, Comuni di Savona, Vado, Cairo e Albenga, Provincia di Savona. “Si tratta di uno strumento prezioso – conclude il direttore Generale dell’Arpal, l’ing. Bruno Soracco – sia per gestire al meglio le emergenze ambientali, sia per affiancare e potenziare in tempo reale la logica dei controlli e del monitoraggio”.

[image:4467:c:s=1]

[image:4468:c:s=1]


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli