Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 16713 del 20 Ottobre 2007 delle ore 13:26

Albenga, sfugge all’alt della polizia: arrestato per tentato omicidio, spaccio e resistenza

[image:2000:r:s=1]Albenga. Per poco non investiva un operatore di polizia nel tentativo di sfuggire ad un controllo. Alla guida del suo Fiat Daily, alle 19 di ieri, il ventottenne Francesco Monterosso non ha rispettato l’alt intimatogli dagli agenti nei pressi di un parcheggio adiacente a via Partigiani, a Leca d’Albenga, e per seminare gli inseguitori ha rischiato di investire un agente di polizia. Gli uomini della squadra mobile della Questura savonese, coordinati dal capo della squadra mobile Saverio Aricò, in servizio nella zona, avevano notato il procedere sospetto di un furgone di colore chiaro e hanno fatto cenno al conducente di fermarsi. Monterosso, però, al volante del veicolo, quando ha visto la pattuglia ha innestato la retromarcia e si è dato alla fuga ad elevata velocità, zigzagando e sbandando pericolosamente, in preda ad uno stato di alterazione mentale dovuta all’assunzione di stupefacenti. Il giovane, dopo una prima retromarcia ed un secondo testacoda, è finito contro un muro, ma l’incidente non è bastato ad arrestare la sua corsa. In breve tempo ha raggiunto lo svincolo autostradale di Albenga e dopo aver forzato un posto di blocco appositamente istituito dalla polizia ha tentato di superare le barriere del casello. Ma inutilmente. Infatti gli automobilisti in coda per ritirare i biglietti del pedaggio gli hanno ostruito il passaggio. Nel frattempo un poliziotto lo ha raggiunto e, aperta la portiera del furgone, lo ha tirato fuori a forza dall’abitacolo. Gli agenti lo hanno così ammanettato. Nel corso della perquizione del furgone, i poliziotti hanno rinvenuto quattro dosi di cocaina da due grammi ciascuna. Successivi accertamenti tossicologici hanno confermato che il fuggitivo era alla guida sotto l’effetto di droghe. Il ventottenne, artigiano residente a Costarainera, in provincia di Imperia, incensurato, è stato così accompagnato negli uffici della Questura di Savona, dove è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale continuata, tentato omicidio e detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli