Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 16863 del 24 Ottobre 2007 delle ore 11:20

Aeroporto Panero: triplicato il capitale sociale, ok al volo notturno per la Business Aviation

[thumb:2192:r]Villanova d’Albenga. E’ quasi triplicato il capitale sociale dell’Aeroporto di Villanova S.p.a. passando da 308 mila euro agli attuali 900 mila. L’aumento di capitale è stato sottoscritto nei giorni scorsi dalla quasi totalità degli azionisti della società che gestisce l’unico scalo del Ponente Ligure. Afferma Pietro Balestra, presidente dell’A.V.A.: “E’ la dimostrazione tangibile di come l’interesse del mondo economico locale per lo sorti del nostro scalo, nonostante gli attuali problemi contingenti legati al volo di linea, sia quantomai vivo e reale. Volevo ricordare che annoveriamo fra i principali azionisti: le Camere di Commercio e le Province di Savona e di Imperia, i Comuni di Alassio, Imperia e di Villanova d’Albenga, il Casinò di Sanremo e la Società ILCE amministrata dall’ingegner Enrile. Forti di questa testimonianza di fiducia dei nostri azionisti come Consiglio di Amministrazione procederemo ora sulla via della valutazione della parziale cessione ai privati dell’aeroporto. Un’operazione delicata che dovrà essere condotta con la massima attenzione ottenendo reali garanzie di un efficace potenziamento della nostra infrastruttura indispensabile per una zona come il Ponente Ligure che si basa su un’economia turistica ed è fortemente penalizzata, a livello viario, dalla sua conformazione geografica. Riguardo alla linea area volevo ribadire che, come Ava, abbiamo fatto tutto il possibile per garantire al territorio un collegamento quotidiano ottenendo i due milioni di euro di continuità territoriale e ci siamo prontamente attivati a livello politico quando l’Air One ha annunciato la dismissione del volo. Tutto quanto era nelle nostre possibilità per mantenere il volo di linea è stato fatto”. Spiega il ragioniere Paolo Bruno: “Abbiamo registrato, nel corso della sottoscrizione, solo 9 mila euro di inoptato, cioè liquidità residuale a disposizione degli azionisti che è già stato oggetto di domanda di acquisizione da parte degli azionisti. Si può quindi affermare che l’aumento di capitale è stato realizzato al cento per cento”. L’ aumento di capitale non è l’unica novità che riguarda l’Aeroporto Internazionale Clemente Panero. Lo scalo ha infatti ottenuto dall’ENAC (Ente Nazionale Aviazione Civile), dopo tre anni di lunga attesa, l’abilitazione al volo notturno per la cosiddetta “Business Aviation”. Da oggi gli aerei “bigetto” (che portano da un minimo di 6 passeggeri fino ad un massimo di 120) possono, previo primo volo con a bordo un ispettore dell’Enac che controlli la regolarità delle procedure, atterrare e decollare dal Clemente Panero 24 ore su 24. Sono già cinque le compagnie aeree private italiane e straniere che hanno richiesto l’abilitazione al volo notturno. Afferma Balestra: “Si tratta di un grande risultato considerando che il settore della Business Aviation rappresenta per l’aeroporto una grossa parte della sue risorse economiche e rappresenta la conclusione del lungo iter che, grazie anche al prezioso contributo dell’ex ministro Claudio Scajola abbiamo condotto con l’Enac per ottenere tutte le procedure di volo necessarie per il nostro aeroporto”.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli