Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 16871 del 24 Ottobre 2007 delle ore 16:11

Rutelli: “no alla tassa di soggiorno, sì a finanziamenti per le città d’arte”

“Sono contrario ad una tassa sui turisti, perché così daremmo un messaggio sbagliato di cui approfitterebbero i Paesi nostri concorrenti. Per questo chiedo al Parlamento un aiuto per attribuire già in Finanziaria risorse ad un fondo per le città d’arte”. Così il vicepremier con delega al Turismo Francesco Rutelli ha spiegato oggi, in commissione Attività produttive alla Camera, la sua posizione sulla tassa comunale di ingresso e soggiorno chiesta dai sindaci dell’Anci per le città a maggior impatto turistico. Un fondo il cui impiego, ha spiegato, sarebbe “condizionato ad interventi di riqualificazione ambientale e decoro urbano”, e la cui ripartizione sarebbe determinata “da una commissione che noi abbiamo creato, di tecnici molto qualificati, che faranno una graduatoria della pressione che si esercita su questi comuni” e dell’entità delle somma a compensazione delle spese sostenute da tali amministrazione per farvi fronte.
I sindaci delle città d’arte infatti – ha detto Rutelli, citando i casi di Venezia, Roma e Firenze ma anche di Capri e San Gimignano “legittimamente chiedono un ristoro dei maggiori oneri che affrontano soprattutto per far fronte al turismo ‘mordi e fuggi'”. Ed è giusto che questo giunga proprio dallo Stato, ha concluso, che beneficia delle tasse che giungono proprio dalle attività turistiche.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli