Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 16875 del 24 Ottobre 2007 delle ore 15:49

UISV: celebrazione per i 40 anni della Infineum Italia

[thumb:2430:r:t=Marco Macciò]Vado Ligure. Sabato 3 novembre 2007 lo stabilimento Infineum Italia di Vado Ligure celebrerà il 40° anno di fondazione. Il Presidente di Infineum S.r.l. e dell’Unione Industriali della Provincia di Savona, Ing. Marco Macciò, terrà una conferenza stampa di presentazione dell’evento che avrà luogo lunedì prossimo, alle ore 11, presso la sede dell’Unione Industriali di Savona. Lo stabilimento vadese fu costruito nel 1966 dalla Esso Chimica, ma il 3 novembre del 1967 è la data, dal forte significato simbolico, in cui venne stipulata la convenzione tra l’azienda e il comune di Vado Ligure.
Lo scorso anno, nel 2006, l’industria chimica vadese ha fatto registrare un nuovo record nel fatturato, superando i 444 milioni di euro, + 17% rispetto all’anno precedente, consolidando una crescita che ha portato a raddoppiare il dato rispetto all’anno di costituzione, il 1999, quando grazie alla fusione tra Paramins e Shell Additives, si è costitutita la joint venture tra ExxonMobil Chemical e Shell Chemicals. L’attuale 90% del fatturato è generato dalla produzione di additivi per oli lubrificanti e carburanti, il cui 90% è destinato all’esportazione verso i mercati europei, ma anche Stati Uniti, Giappone e i Paesi emergenti dell’area asiatica. Gli additivi per oli lubrificanti studiati e sviluppati nei centri di ricerca Infineum sono ormai diventati componente essenziale per tutti i motori di nuova generazione. Un successo aziendale basato sul mix tra innovazione di prodotto e impiantistica, con grande attenzione alle problematiche ambientali e investimenti in risorse umane, con una preparazione qualificata del personale: oltre 15.000 le ore di formazione per i dipendenti nel corso del 2006, anno in cui gli impiegati diretti hanno superato le 200 unità. Dei suoi addetti, il 60% è laureato, per lo più composto da chimici e ingegneri chimici, il 30% è diplomato. Rispetto all’anno di costituzione dell’azienda, il numero degli occupati è salito del 40%. Infine, altro importante riconoscimento è il 20° posto tra le migliori aziende per le quali lavorare, secondo l’indagine del “Great Place to Work Institute” pubblicata su “Il Sole 24 ore” del 16 dicembre scorso, classifica che vede al primo posto la Ferrari di Maranello.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli