Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 16914 del 25 Ottobre 2007 delle ore 13:04

Alassio, convegno del Santa Corona sulla chirurgia epatobiliopancreatica

Pietra Ligure. Sabato 27 ottobre presso la Sala Convegni del Diana Grand Hotel di Alassio si terrà il 5° incontro della II Divisione del Dipartimento di Chirurgia Generale del Santa Corona dal titolo “Novità e riflessioni in Chirurgia Epatobiliopancreatica”. Il corso, accreditato ECM presso il Ministero della Salute, affronterà le tematiche della criticità nella terapia chirurgica ed è dedicato al  Dott. Massimo Pasqualini, recentemente scomparso.
“Amicizia, affetto e stima si mescolano in un unico sentimento che, quando penso a Massimo Pasqualini, rende ancora più difficile il dover accettare la sua mancanza – afferma il Prof. Riccardo Pellicci Direttore della II Divisione del Dipartimento di Chirurgia Generale dell’ ospedale Santa Corona-. Una profonda onestà intellettuale lo teneva sempre lontano da facili compromessi, era un “combattente” e lo ha dimostrato anche nella malattia affrontata con una forza e una dignità rara”. Per il quinto anno il Diana Grand Hotel farà da cornice al Seminario: “Il punto su: novità e riflessioni in chirurgia epatobiliopancreatica”, promosso dalla Società Ligure di Chirurgia con il patrocinio della Società Italiana di Chirurgia Oncologica, della Società Italiana di Chirurgia e della Regione Liguria.
Il tema affrontato in questa giornata è dedicato allo studio del carcinoma primitivo del fegato.
È questa una patologia che ha dimostrato negli ultimi anni un evidente aumento dell’incidenza, essendo collegata a fattori predisponenti molto comuni come la cirrosi epatica da epatite C o da alcool.
“Anche al Santa Corona sono molti i casi osservati, curati e seguiti nel tempo e il successo della terapia è dovuto a una strategia multidisciplinare e alla possibilità di offrire le terapie più avanzate – spiega il Prof. Pellicci -. Le indicazioni terapeutiche sono infatti diverse, dalla terapia medica a quella chirurgica, ma anche radiologica o chemioterapica e non possono derivare dalle decisioni di un singolo, anche se esperto”.
Questa sarà l’impostazione della giornata congressuale  dove esperti e relatori nazionali ed europei metteranno a confronto i loro studi e le proprie esperienze animando anche sessioni interattive, discussioni di approfondimento e videoforum.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli