Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 16919 del 26 Ottobre 2007 delle ore 07:40

Linux: a Spotorno la giornata nazionale del software libero

[thumb:4497:r]Spotorno. Approda a Spotorno, per la seconda volta, la VII giornata nazionale dedicata a Linux e al Software Libero. La manifestazione, promossa a livello nazionale da ILS (Italian Linux Society) ed organizzata a livello locale dal Govonis GNU/Linux Users Group con il patrocinio del Comune di Spotorno, sarà particolarmente ricca di conferenze, seminari e laboratori rivolti sia a chi già usa software libero e, soprattutto, a chi ci si avvicina per la prima volta: spirito dell’evento è infatti proprio quello di promuoverne la diffusione e l’uso.
Oggi il Software Libero riscuote un crescente interesse da parte di privati ed enti pubblici (tra cui anche la Provincia di Savona), si moltiplicano le iniziative per favorirne l’uso nella scuola e nella pubblica amministrazione ed è uno dei pochi settori in espansione del mercato informatico. Per le sue caratteristiche intrinseche di riutilizzabilità, facilità di estensione, aderenza agli standard e stabilità di funzionamento il Software Libero è il motore di gran parte dei servizi che si trovano su internet e GNU/Linux sta avendo una diffusione sempre maggiore sui computers desktop. Nella manifestazione di Spotorno l’associazione Govonis ha cercato di offrire una panoramica del mondo del Software Libero, della sua filosofia, delle sue problematiche e del suo utilizzo pratico in vari ambiti coinvolgento alcuni degli esponenti più rappresentativi della scena italiana e contando sulla partecipazione del LUGGe di Genova.
Tra gli interventi di spicco a Spotorno quello di Giovanni Caruso (CNR), che parlerà di Software Libero in ambito didattico, presentando anche la nuova versione di SoDiLinux, e quello di Alessandro Rubini, docente all’Università di Pavia, che tratterà della relazione tra Software Libero e Brevetti.
SoDiLinux, la nota distribuzione rivolta al mondo della scuola, verrà proposta nella nuova versione SoDiLinux4all realizzata con l’obbiettivo di ottenere la massima usabilità anche da parte dei portatori di handicap.
Quello dei brevetti sul software è uno degli argomenti più sentiti e dibattuti a livello accademico e legislativo perché una possibile introduzione a livello comunitario, su spinta delle grandi multinazionali del settore, comporterebbe gravi problemi per singoli sviluppatori e piccole aziende, a vantaggio invece dei monopolisti del mercato, arrecando grave danno ad utenti ed economie locali.
In modo simile, quello che viene definito Trusted Computing (Informatica Fidata) potrebbe andare ben oltre le intenzioni dei suoi ideatori ed impedire di fatto a ciascuno di avere il benché minimo controllo sui suoi stessi computer. Ad esso è dedicato uno degli interventi divulgativi della mattinata. Il primo intervento della sessione pomeridiana riguarderà invece gli aspetti economici dell’uso del Software Libero in azienda seguito, sempre con riferimento all’azienda ma non solo, dall’implementazione di un centralino VOIP con Software Libero.
In ambito applicativo OpenOffice (produttività in ufficio), Gimp (disegno e fotoritocco), Firefox (navigazione web) e Thunderbird saranno le principali trattazioni con seminari e sessioni di laboratorio.
Per la prima volta quest’anno un laboratorio attrezzato (condotto da Vittorio Garofalo) sarà dedicato a musicisti ed appassionati e permetterà di sperimentarne la composizione e l’elaborazione audio con GNU/Linux.
Tra gli argomenti dedicati ad un pubblico più specialistico, ma trattati ad un livello accessibile a chiunque, quelli sulla ricompilazione del kernel Linux, sull’installazione dei programmi da codice sorgente e sul controllo delle versioni successive del codice sorgente durante lo sviluppo dei programmi.
Ricompilare il kernel ed installare i programmi direttamente dai codici sorgente invece che da pacchetti binari sono abitudini abbastanza diffuse tra gli utenti avanzati perché permettono di ottenere le massime prestazioni ottimizzando i programmi sulla base delle caratteristiche hardware del computer.
A contorno di tutto questo saranno disponibili delle postazioni dove il pubblico potrà provare direttamente ad usare GNU/Linux, eventualmente con la consulenza dei ‘ragazzi’ del Govonis, masterizzare direttamente avere una (o più) distribuzioni da provare a casa, avere accesso a manualistica e materiale informativo.
L’appuntamento è per domani, sabato 27 ottobre, presso la Sala Convegni Comunale Palace di Spotorno, dalle 9 alle 19. La partecipazione è libera e gratuita.

[image:4498:c:s=1:t=Uno dei momenti della scorsa edizione dell’evento]


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli