Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 17039 del 29 Ottobre 2007 delle ore 09:43

Congresso provinciale FI, trionfa Vaccarezza con 169 voti

[thumb:2746:r]Quiliano. Ha trionfato, come era nelle previsioni, con 169 voti e appena 12 schede bianche Angelo Vaccarezza, sindaco di Loano e portavoce regionale, eletto ieri al termine dei lavori del 3° congresso provinciale al Teatro Nuovo di Valleggia nuovo coordinatore di Forza Italia.
Novità l’adesione del consigliere provinciale Roberto Nicolick, ex Lega Nord, che ha annunciato la sua collaborazione con gli azzurri. “E’ un partito su cui bisogna lavorare tanto, la provincia di Savona è nodale per la vittoria elettorale nella stessa Regione Liguria, inoltre 50 su 69 comuni voteranno tra un anno e mezzo… – ha dichiarato il neo coordinatore provinciale – Forza Italia ha un buon consenso ma numeri bassi sul territorio provinciale se pensiamo che su 69 comuni solo 9 sindaci sono di FI e 43 tra consiglieri comunali assessori, numeri che bisogna far crescere con l’unità di tutti, . Forza Italia sarà un partito aperto, ma rispetto al passato chi entra deve sapere che il partito non è un pullman dove prendere un passaggio, chi sale sul treno di Forza Italia deve restare e non scendere quando gli fa comodo”.
La coordinatrice di Alassio Emanuela Preve ha sollevato la questione dell’assenza di un rappresentante di Alassio nel direttivo provinciale, dove Forza Italia è nettamente il primo partito. Numerosi gli interventi nel corso della giornata finale del congresso: Valle, Bracco, Bellasio, Stroscio, D’Anna, Federico Delfino, Briano, Del Carretto, Vacca, Gambaretto e Remigio. Tutti all’insegna dell’unità interna al partito, sottolineata dallo stesso Vaccarezza: “Forza Italia sta construendo un partito per diventare forza di governo a tutti i livelli, ma per far questo ci vuole unità di intenti e programmi per il territorio”.


» Redazione

1 commento a “Congresso provinciale FI, trionfa Vaccarezza con 169 voti”
joeblack ha detto..
il 30 Ottobre 2007 alle 09:19

Finalmente, era ora che si ascoltassero proclami di persone amanti della politica.
Persone che non mirano a sgabelli, seggiole e poltrone, persone che muoveranno solo nell’interesse del partito e del Paese.
Bravo Neo Coordinatore, dai spazio alle loro idee, il partito non potra’ che trarne
giovamento.

CERCAarticoli