Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 17159 del 01 novembre 2007 delle ore 07:53

OGM: Carlo Tonarelli contesta il centro-destra albenganese

Nella sera di lunedì 29 ottobre è stata approvata (con i voti della maggioranza di centro-sinistra) dal Consiglio Comunale di Albenga la delibera promossa da 29 sigle di grandi organizzazioni produttive del sistema agroalimentare, dell’ambientalismo e del consumierismo (Acli, Cia, Coldiretti, Federconsumatori, Cooo, Lega Ambiente WWF ed altri) riuniti nella coalizione Italia Europa LIBERI DA OGM. I partiti del centro-destra (la Lega Nord non era presente) hanno abbandonato l’aula al momento del voto.
Vogliamo stigmatizzare questo comportamento fazioso, culturalmente confuso, contraddittorio e irresponsabile del centro-destra di Albenga. Contraddittorio nel ricordare che fu proprio la coalizione regionale di centro-destra di Biasotti a dichiarare la Liguria OGM – Free. Irresponsabile nel pensare che 42 mila municipalità e 29 regioni in Europa hanno approvato quasta delibera. Irresponsabile se si pensa al danno ai prodotti legati al territorio (quali il carciofo ,l’asparago violetto, i vitigni ed altri) se la piana di Albenga non fosse libera da OGM.
Ci rammarichiamo che la stampa non abbia denunciato questo comportamento fazioso e irresponsabile di fronte allo sforzo che tutta la Comunità Europa sta producendo sull’argomento per evitare che i grandi interessi delle holding delle multinazionali che producono OGM facciano breccia nei territori agricoli europei.

Carlo Tonarelli
per I Verdi del Ponente


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli