Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 17302 del 05 Novembre 2007 delle ore 18:00

Finale Ligure, domani l’autopsia sulla salma di Romano Anselmo

[thumb:2834:r]Finale Ligure. Saranno gli esiti dell’esame autoptico, in programma per domattina all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, a chiarire le cause della morte di Romano Anselmo, l’artigiano finalese di 66 anni rimasto vittima di un incidente stradale sulla provinciale 490 del Colle del Melogno, a pochi metri dal ristorante “Din”, al bivio per Calizzano, nel territorio comunale di Magliolo.
L’uomo stava svolgendo un’escursione ed era diretto in Valbormida quando, forse colto da un improvviso malore, ha perso il controllo della sua moto Triumph 600 ed è caduto a terra, rotolando sull’asfalto sino a scontrarsi contro la fiancata di un furgone Volkswagen. Il centauro ha urtato con il casco il veicolo.
L’autopsia chiarirà se il decesso è avvenuto, come si presume, a causa di un attacco cardiaco e se questo si è verificato prima o dopo l’urto del corpo contro il furgone guidato da S.K., trentaquattrenne albanese. Quest’ultimo, immigrato con regolare permesso di soggiorno, è risultato negativo al test dell’etilometro.
Soltanto dopo l’esecuzione dell’esame autoptico verrà fissata la data dei funerali. Romano Anselmo, originario di Albissola Marina, si era trasferito negli anni Sessanta a Finale Ligure, dopo il matrimonio con Giuseppina Bolla, con cui viveva in piazza San Biagio. Svolgeva l’attività di decoratore edile. L’uomo lascia i due figli Paola e Davide, quest’ultimo titolare di un negozio di abbigliamento sportivo a Pietra Ligure davanti alla stazione ferroviaria.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli