Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 17324 del 06 Novembre 2007 delle ore 14:52

Cairo, spaccio di eroina: eseguite quattro ordinanze di custodia cautelare

[thumb:2308:r]Cairo Montenotte. I carabinieri della stazione di Cairo Montenotte hanno eseguito quattro ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di altrettante persone protagoniste di un’organizzazione dedita alo spaccio di eroina in tutta la Valbormida e nella città di Savona. Si tratta del “fornitore” milanese della droga, Francesco Amato, di 43 anni, il venticinquenne savonese Massimiliano Papa, domiciliato a Cairo, il cinquantatreenne Carmine Ferrara ed il trentatreenne Luciano Mammoliti, entrambi domiciliati a Savona.
L’inchiesta, coordinata dal sostituto procuratore della Repubblica Alessandro Bogliolo, ha richiesto quattro mesi di laboriose indagini ed è partita lo scorso giugno con la scoperta, e relativo sequestro, di 100 grammi di eroina. In quella occasione Carmine Ferrara era stato bloccato dai carabinieri presso il casello autostradale di Savona; perquisito mentre era a bordo di una Opel Meriva con un altro spacciatore, era stato trovato in possesso di un involucro di eroina nascosto nel cavo anale.
Altri complici della banda, probabilmente extracomunitari, sono in via di identificazione da parte dei carabinieri a Torino e non è escluso che nelle prossime ore possano esserci nuovi sviluppi nell’inchiesta. I quattro devono rispondere di associazione per delinquere finalizzata al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti.
Secondo gli accertamenti svolti dai militari dell’Arma, il giro d’affari dell’organizzazione era stimabile in diverse decine di migliaia di euro. Amato è ora associato alla casa circondariale di Milano, Mammoliti è rinchiuso nel carcere di Savona, mentre Papa e Ferrara si trovano agli arresti domiciliari presso una comunità di recupero.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli