Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 17372 del 07 Novembre 2007 delle ore 15:20

STL “Italian Riviera”: inizio in salita, slitta l’assemblea generale

[image:3635:r:s=1:t=Il presidente dell’ente camerale Grasso
e il presidente della Provincia Bertolotto ]Provincia.
Inizio in salita per il Sistema Turistico Locale (STL) “Italian Riviera” che ad oltre tre mesi dalla sua formale costituzione non ha ancora eletto i membri dei suoi organi operativi; la prima assemblea generale che era stata convocata per questo pomeriggio a Palazzo Nervi da Carlo Scrivano, assessore provinciale al Turismo e coordinatore dell’STL, con il compito di eleggere i 21 membri del Comitato Esecutivo che avrà la funzione di individuare in seguito il Soggetto Attuatore del Piano triennale di Sviluppo Turistico è infatti slittata a mercoledì 21 novembre.
A creare problemi è stato proprio il mancato accordo preliminare sui componenti del futuro Comitato Esecutivo: se da una parte sembra che non siano ancora pervenute le designazioni di alcuni degli Enti titolari di rappresentanza diretta nel costituendo comitato, dall’altra, secondo indiscrezioni circolate nei giorni scorsi, uno dei nodi più controversi da sciogliere è rimasto quello della designazione dei 2 rappresentanti espressione dei soggetti privati aderenti al Sistema Turistico Locale. A questo proposito la Lega Coop Savona, di concerto con i rappresentanti dei privati soprattutto delle società consortile, ha indicato in Marco Marchese (Consorzio Palmhotels e Consorzio Riviera dell’Outdoor) e Renato Zunino (Consorzio Promotur e Consorzio Due Riviere) i due nomi che potranno rappresentare gli interessi della parte privata dell’STL; a questa proposta si contrappone però quella sottoscritta da altri 16 soggetti privati (tra i quali l’associazione Bagni Marini, Assoturismo Confesercenti, CNA, Confartigianatoi, Confcommercio, FAITA, Fipe Savona, Federalberghi e Federazione Coltivatori Diretti) che ha invece individuato come candidati preferenziali Luciano Gallizia (presidente della Cooperativa Olivicola Arnasco) e Gianni Carbone (neoeletto segretario provinciale della Confederazione Nazionale Artigiani). I maggioritari 28 voti che sostengono le candidature della Lega Coop non sono stati sufficienti a sciogliere il nodo ed è probabile che si continuerà a lavorare per una soluzione di compromesso in vista dell’assemblea generale del 21 novembre la quale difficilmente potrà essere ulteriormente posticipata.


» Fabrizio Pinna

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli