Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 17495 del 10 Novembre 2007 delle ore 15:31

Provincia, Bertolotto fa il punto su logistica e viabilità

[thumb:4463:r:t=Marco Bertolotto]Provincia. Torna d’attualità il tracciato della Albenga – Garessio – Ceva, come è accaduto nel convegno che si è svolto ieri a Cuneo avente come tema la viabilità tra le province di Cuneo, Savona e Imperia. Martedì scorso, invece, sull’argomento si è tenuta una riunione operativa tra enti liguri e piemontesi con la supervisione del Dirigente del Dipartimento Progettazione del Ministero delle infrastrutture Francesco Giacobone, che su mandato del ministro Di Pietro sta seguendo le principali ipotesi di sviluppo infrastrutturale italiane. All’incontro ha partecipato anche il presidente della Provincia di Savona, Marco Bertolotto, che formula alcune considerazioni: “Lo sviluppo di infrastrutture da e per la Provincia di Savona – osserva – sarà l’effetto dei traffici che seguiranno alla realizzazione della piattaforma portuale di Vado Ligure. Traffici che vedranno due direzioni principali, verso il nord Italia: aree retroportuali cuneesi e alessandrine”.
Da questo punto di vista appaiono come infrastrutture necessarie la bretella Albenga – Millesimo – Predosa con i raccordi per Garessio e Cengio e il raddoppio della linea ferroviaria tra Cairo S. Giuseppe e Ceva.
“Il dirigente del Ministero è stato chiaro – spiega Bertolotto – vanno messe in rete e a sistema le aree retroportuali del cuneese, dell’alessandrino e valbormidese. La Provincia di Savona, con i progetti della bretella AMP, della “Città delle Bormide”, e della piattaforma portuale vadese, è di fatto pronta per collaborare da subito con il Ministero delle infrastrutture”.
“La nostra ambizione – aggiunge il presidende della Provincia – è quella di rappresentare un progetto pilota italiano, che vedrà coinvolti enti pubblici, banche, attori privati e territorio. Deve essere chiaro a tutti che la più importante e determinante forza che noi possiamo esprimere è quella dell’unità del territorio: perché questo è il modo moderno, concreto e attuale di dare credibilità ad un progetto di crescita economica, che ci vede posizionati in un contesto di sviluppo internazionale”.
Conclude Bertolotto: “E’ come dicevo un progetto ambizioso e difficile, ma dal nostro territorio giungono confortanti segnali, che evidenziano la determinazione e la decisione con cui ci stiamo preparando ad affrontare le novità della globalizzazione”.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli