Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 17535 del 12 Novembre 2007 delle ore 12:38

Premio Regionale Ligure: domani la serata conclusiva

Genova. Serata  conclusiva del Premio Regionale Ligure, domani, alle 21, al Teatro della Gioventù di Genova, in via Cesarea.
Giunto alla 38^ edizione, il Premio Regionale Ligure, nato da un’idea di don Bruno Venturelli e promosso dalla Regione Liguria con la Banca Carige e organizzato dalla Fondazione Colombo, è diventato un evento che ogni anno  assegna i riconoscimenti a personalità che si sono distinte nei settori più diversi, dalla cultura, all’imprenditoria, alle professioni.
Quest’anno il Premio Regionale Ligure, il riconoscimento del presidente della Regione Liguria Claudio Burlando, che sarà presente domani sera al Teatro della Gioventù, verrà consegnato  a Gaetano Pesce, architetto e designer di fama internazionale nato alla Spezia.
Gli altri premiati saranno il giornalista e scrittore Claudio Paglieri per la letteratura, il manager e producer musicale Adele Di Palma per l’imprenditoria culturale, il musicista e direttore d’orchestra Giulio Magnanimi, la fotografa Giuliana Traverso, l’avvocato Cristina Rossello. Per lo spettacolo il premio sarà consegnato al trio comico con Enrique Balbontin, Fabrizio Casalino e Andrea Ceccon ( protagonisti anche di uno show finale).
Un premio speciale per la solidarietà intitolato alla memoria di don Bruno Venturelli sarà assegnato all’Opera don Orione.
I premi di settore consistono in un opera realizzata dal Museo Luzzati, tutti pezzi in ceramica ispirati e tratti fedelmente dai bozzetti originali del grande artista scomparso.
I premi , eseguiti in piastrella ceramica a smalto policromo, raffigurano due personaggi su una barca e simboleggiano uno dei grandi temi cari a Emanuele Luzzati: il viaggio, la ricerca, il mare come allegoria di un percorso ideale, sognato, un luogo di incontro fra persone e culture diverse e lontane.
L’opera  consegnata  al vincitore del Premio Regionale Ligure rappresenta invece un teatrino a quinte con Tamino, uno dei personaggi più affascinanti creati da Luzzati.
Con Tamino, suonatore di flauto, c’è una figura femminile che fa capolino, a significare l’ascolto, la partecipazione alla magia delle note, metafora della sapienza condivisa.
Il teatrino tridimensionale, esprime per Luzzati lo spazio esistenziale, il luogo degli incontri, del mondo magico e incantato della vita e della comunicazione.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli