Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 17600 del 13 Novembre 2007 delle ore 17:01

Caccia, spaccatura nella maggioranza in Regione; Udc: “Altro che pace tra le sinistre”

Regione. Una nuova polemica agita la maggioranza di centrosinistra della Regione Liguria. Dopo i contrasti tra la sinistra e il Pd dei giorni scorsi, oggi sono stati i Verdi a creare malumore tra gli alleati che governano la Liguria con il voto sulla caccia.
Il consigliere dell’Ulivo Moreno Veschi è critico: “Considero molto grave che nella seduta odierna del consiglio regionale non sia passata l’urgenza sia sulla proposta di legge di cui io sono primo firmatario sia su quella presentata dai consiglieri del centrodestra” ha dichiarato.
“Fatto salvo che alcuni consiglieri hanno chiesto il congedo per motivi istituzionali o per salute, e dunque erano giustificati, la mancanza al voto di consiglieri di maggioranza e di minoranza, scontato il voto contrario del gruppo dei Verdi – ha detto Veschi – è un fatto ingiustificabile in quanto blocca la possibilità di discutere nel merito con urgenza i provvedimenti, perché siamo già inoltrati nella stagione in cui sarebbe possibile cacciare lo storno”.
Veschi dà una possibilità agli alleati: “se ciò è avvenuto per un problema di disguido o di ritardo nella presenza in aula credo che tutti i consiglieri dovrebbero fare uno sforzo per essere presenti e votare, per questo siamo stati eletti dai cittadini. Se ci sono problemi di dissenso nel merito su questo o quel punto delle proposte di legge questo non doveva impedire di dare l’urgenza per poi discutere le leggi, magari proponendo emendamenti modificativi, ma non ritardando colpevolmente tutto come invece è accaduto”.
Anche l’Udc in una nota sottolinea: “La tanto sbandierata pace tra le sinistre che governano la Regione Liguria è rovinosamente franata questa mattina durante la seduta del Consiglio. Per il voto contrario dei Verdi non passa il provvedimento d’urgenza sulla caccia che, responsabilmente, era stato votato anche dalla minoranza – hanno spiegato -. Risultati di questa nuova spaccatura nella maggioranza sono stati l’ennesimo rinvio del provvedimento in commissione, gli agricoltori beffati ed ormai rassegnati ai danni che subiranno le loro colture, i cacciatori ridicolizzati e delusi. Quindi, nonostante le idilliache dichiarazioni congiunte di Conti e Burlando – dicono i consiglierei dell’Udc – che ieri affermavano ‘abbiamo confermato il valore dell’alleanza con la quale ci siamo presentati all’ elettorato, per portare all’ approvazione del Consiglio le leggi ed i provvedimenti in cantiere in questi giornì, anche oggi abbiamo assistito ad uno spettacolo tragicomico che ha suscitato l’ilarità dei presenti”.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli