Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 17803 del 19 novembre 2007 delle ore 12:47

Finale Ligure, albanese in manette per tentata estorsione

[thumb:4374:r]Finale Ligure. Si è presentato di fronte all’abitazione di una donna, a Finale Ligure, con la pretesa di riscuotere del denaro. Vendim Cervanaku, 46 anni, albanese, esigeva la consegna immediata di 8 mila euro in contanti quale corrispettivo per una partita di droga che asseriva di aver ceduto al fratello della malcapitata. Lei però, una quarantunenne finalese, ha risposto picche.
L’esattore, per quanto non sia ancora chiaro se vantasse o meno davvero un credito, ha quindi dato in escandescenza e si è scagliato contro la donna, colpendola selvaggiamente con calci e pugni. Sarebbe poi stato raggiunto da altre due persone, ancora non identificate, che avebbero partecipato al pestaggio. Qualcuno ha notato la scena ed ha avvertito le forze dell’ordine.
L’albanese e i due sconosciuti si sono dileguati prima dell’arrivo dei carabinieri, mentre l’aggredita è stata soccorsa da un’ambulanza e trasportata al pronto soccorso dell’ospedale Santa Corona per le cure del caso. La prognosi è di dieci giorni.
L’episodio, accaduto mercoledì scorso, ha fatto scattare una serie di indagini che hanno consentito ai militari dell’Arma di rintracciare Cervanaku ad Albenga, sabato mattina. L’uomo, residente ad Ortovero, regolare sul territorio italiano, già noto per precedenti legati allo spaccio, è finito in manette con l’accusa di tentata estorsione e lesioni personali. Gli inquirenti stanno ora cercando di risalire ai due complici che lo hanno spalleggiato nell’aggressione.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli