Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 17857 del 20 Novembre 2007 delle ore 13:33

Pietra, progetto cantieri navali: il sindaco De Vincenzi boccia il referendum

[thumb:4616:r]Pietra Ligure. Il sindaco di Pietra Ligure Luigi De Vincenzi controreplica ad una parte dell’opposizione consiliare, Lega Nord in testa, che ha chiesto una consultazione popolare in merito al progetto di riconversione industriale e turistica delle aree del cantiere navale. Ieri, la holding Immsi, che controlla la Rodriquez Cantieri Navali S.p.A., si è aggiudicata l’asta immobiliare per l’acquisto delle aree demaniali del cantiere per 17,4 mln di euro.
“Un passaggio che rende più vicino l’iter di realizzazione del progetto – ha detto De Vincenzi -, che assicura un interlocutore per il mantenimento di un polo cantieristico navale e dei relativi posti di lavoro, una condizione primaria che questa amministrazione ha sempre portato avanti con convinzione, anche negli accordi sottoscritti con Regione, Provincia, Unione Industriali e sindacati”. E sulla proposta del referendum lanciata da una parte dell’opposizione: “penso sia legittimo chiederlo, tuttavia ritengo che l’amministrazione che è stata eletta dai cittadini e che si è presentata dicendo chiaramente cosa voleva realizzare nelle aree del cantiere navale debba andare avanti sulla strada intrapresa. Certo, bisogna informare la cittadinanza e avere il termometro di quello che il paese chiede, le scelte però vanno fatte e questa amministrazione si è assunta la responsabilità di un progetto importante di riqualificazione per Pietra Ligure. Abbiamo quindi il dovere di decidere, è un dovere che ci ha dato la popolazione, con la massima trasparenza ma anche con la massima decisione come abbiamo fatto fino a questo momento. Credo che molto spesso i referendum siano fatti per non fare, noi siamo invece l’amministrazione del fare…”.
L’ex sindaco Giacomo Accame, ora all’opposizione, polemizza sull’aggiudicazione dell’asta da parte della Rodriquez. “Era scontata – dice Accame – in una operazione costruita a tavolino”.


» Federico De Rossi

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli