Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 17862 del 20 Novembre 2007 delle ore 14:58

Ferrovie, Merlo: “rischio paralisi, pronti a rimettere delega”

[thumb:3783:r]Regione. Linea dura dell’assessore ai trasporti della Regione Liguria Luigi Merlo, che ha dichiarato come la Regione Liguria sia pronta a rimettere la delega al governo sul trasporto ferroviario se non arriveranno entro breve segnali che scongiurino il rischio di una paralisi del sistema. “A febbraio il Governo aveva approvato il piano per mille nuovi treni e oggi in Finanziaria non ci sono le risorse. C’ è il reale rischio che il trasporto si blocchi, siamo alla vigilia della paralisi”, ha detto Merlo. Secondo l’assessore “manca da parte della politica nazionale, e penso sia al Parlamento sia al Governo, la adeguata percezione del problema e l’assunzione di una precisa responsabilità. Questa Regione non vuole diventare l’aguzzina dei pendolari per conto terzi perciò, senza un segnale preciso siamo pronti a restituire la delega e a lasciare al Governo il compito di farsi carico della gestione di questo sistema locale”.
La Regione Liguria critica anche la minaccia dei tagli delle corse fatta dall’amministratore delegato delle Ferrovie Moretti l’altro ieri dopo il taglio dei finanziamenti per i contratti di servizio con le Regione. L’assessore regionale ligure ha evidenziato come “non sia possibile sostenere un taglio del 20% delle corse” e ha chiesto “l’introduzione da parte del Governo, se non subito almeno a gennaio, di meccanismi che consentano di intervenire anche sul materiale rotabile. Oggi gestiamo locomotori che hanno una età media di 40 anni e carrozze solo un po’ meno vecchie – ha aggiunto Luigi Merlo – se non viene attuata la terapia d’urto indicata nel piano industriale delle Ferrovie il sistema si blocca. E ricordo che per avere il materiale servono almeno tre anni dal momento dell’ordine”. Anche le altre regioni sono “molto preoccupate” ha aggiunto Merlo: “non so cosa faranno, di sicuro non rimarranno a guardare”. Il direttore regionale della Liguria di Trenitalia, Roggero, che con l’assessore ha presentato un progetto comune per il controllo dei lavori di pulizia sui treni, ha ricordato i numeri del piano industriale: “dobbiamo rinnovare il 60% del materiale e servono 6,5 miliardi per nuovi locomotori e carrozze e dallo Stato in questo momento ne sono stati resi disponibili 1,5”.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli