Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 17899 del 21 Novembre 2007 delle ore 12:38

Pietra Ligure, ladro di elemosine assolto per la profanazione ma condannato per rapina

[thumb:2585:r]Pietra Ligure. E’ stato assolto “perché il fatto non sussiste” dall’accusa di vilipendio alla religione cattolica, ma è stato condannato ad un anno di reclusione e 500 euro di multa per rapina. Se l’è cavata così Fabio Martin, il ventisettenne torinese che lo scorso marzo era entrato nella basilica di San Nicolò a Pietra Ligure, dove si era fatto chiudere nottetempo e aveva svuotato la cassetta delle elemosine, lasciando l’edificio con 300 euro di monetine soltanto la mattina seguente, dopo aver defecato in un angolo e aver utilizzato a mo’ di carta igienica una tovaglia d’altare.
Al giovane sono state risparmiate le conseguenze dell’articolo 404 del codice penale, che prevede da uno a tre anni di carcere. Il giudice dell’udienza preliminare di Savona, evidentemente, ha ritenuto che fare i propri bisogni nell’angolo di una basilica e lordare una tovaglia degli arredi liturgici non costituisca “offesa alla religione mediante vilipendio di cose”. Almeno per la gravità della pena associata al reato. Passi l’impellente stimolo fisiologico e la seguente deposizione dei bisogni solidi fatta dal giovane in un angolo vicino agli inginocchiatoi, ma non la forzatura tramite una sbarra della cassetta delle elemosine e la sottrazione di denaro. Un anno di reclusione per Martin, già condannato cinque anni fa a tre anni di carcere per aver rubato nella chiesa di San Lorenzo a Cairo Montenotte, località in cui ha la residenza.
Per uscire dalla basilica di Pietra il giovane aveva atteso l’arrivo del giorno, ma alla riapertura del portone non era riuscito ad evitare di imbattersi nel viceparroco e in una religiosa, che avevano cercato di fermarlo e che erano stati spintonati: di qui l’accusa di rapina. La fuga del ventisettenne era durata poco: in breve tempo era stato rintracciato ed arrestato dai carabinieri.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli