Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 18043 del 26 Novembre 2007 delle ore 08:32

Varazze, picchiato in una piazzola dell’autostrada: arrestato l’aggressore

[thumb:4068:r]Varazze. E’ Paolo Iuliano, 32 anni, venditore ambulante residente a Sarnemo, l’aggressore che ieri pomeriggio ha malmenato Franco Giuliani, automobilista fiorentino di 61 anni, in una piazzola di sosta dell’autostrada A10. L’uomo, che ha già precedenti per lesioni, ma anche per spaccio e reati contro il patrimonio, è stato arrestato ieri intorno alle 22 nella sua abitazione, dove lo hanno rintracciato gli agenti della squadra mobile della Questura di Savona in collaborazione con i colleghi di Sanremo. Deve rispondere di lesioni personali gravissime pluriaggravate.
Il sessantunenne imprenditore toscano si è fermato con la sua Saab in una piazzola sull’Autofiori, tra Varazze e Celle Ligure, intorno alle 11,40 di ieri. Qui era in sosta anche la Range Rover di Iuliano, che stava viaggiando verso Milano insieme alla moglie e ad una coppia di amici. I due automobilisti hanno preso a litigare per un banale screzio relativo ad un sorpasso, ma ad un certo punto il pregiudicato sanremese è passato alla vie di fatto ed ha sferrato tre pugni in faccia al “contendente”. Quindi, risalito sull’auto, se ne è andato lasciando l’altro dolorante.
Dopo le botte, Franco Giuliani ha ripreso a guidare per una quarantina di chilometri ed ha raggiunto un’area di servizio, dove si è recato nel bagno dell’autogrill ed ha accusato un improvviso malore. Il responsabile del punto di ristoro si è accorto dell’emergenza ed ha avvertito i soccorsi. Il sessantunenne è stato quindi caricato su un’ambulanza e trasportato all’ospedale San Martino di Genova. I medici hanno accertato che presentava segni di percosse ed era stato colto da un attacco cardiaco. Ora si trova ricoverato in prognosi riservata nel reparto di rianimazione. Le sue condizioni sono particolarmente gravi.
Le forze dell’ordine sono riuscite a risalire in poche ore all’autore del pestaggio grazie alla testimonianza di due ispettori di polizia della Questura savonese, che a bordo della loro auto stavano transitando sulla A10 al momento del fatto e, seppure per poco, hanno notato la scena che si stava svolgendo nella piazzola di sosta. Le indagini, condotte dalla squadra mobile di Savona coordinata dal dirigente Saverio Aricò e dalla polstrada sottosezione di Sampierdarena dell’ispettore Walter Trovò, hanno permesso di identificare come responsabile il pregiudicato trentaduenne. Nella piazzola sulla A10 hanno operato anche esperti della scientifica per la raccolta di eventuali tracce. La targa della Range Rover risultava intestata ad una concessionaria di Cuneo e fornita in conto vendita ad un salone di Sanremo, che a sua volta l’aveva data in uso a Iuliano, risultato dagli accertamenti anche l’intestatario della polizza assicurativa. Quest’ultimo è stato associato presso il carcere di Savona, in attesa dell’interrogatorio del pm Giovanni Battista Ferro previsto per mercoledì prossimo.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli