Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 18132 del 28 Novembre 2007 delle ore 09:46

Alessandra Bergero: sviluppi promettenti per l’Italian Riviera – Alpi Del Mare Film Commission

Grazie alla mostra sulla Factory di Andy Warhol che ho curato nel 1997 a Finale Ligure è iniziata una collaborazione con la Provincia di Savona, allora guidata dall’avv. Alessandro Garassini, che si è sviluppata verso la sperimentazione della prima Film Commission italiana. L’assessore alla cultura di quella amministrazione, il prof. Riccardo Aicardi, ebbe l’idea di allargare gli orizzonti e di coinvolgere la Provincia di Imperia e quella di Cuneo.
Fu così istituita la Italian Riviera – Alpi Del Mare Film Commission e, nonostante il budget limitato a disposizione, da allora abbiamo dato il massimo della professionalità e del nostro know-how per garantire la promozione di un’immagine qualificata del nostro territorio presso l’industria cinematografica internazionale.
Questo è stato possibile anche grazie alla collaborazione di professionisti altamente motivati, tra i fedelissimi, mio fratello Raffaele Bergero e Stefano Morro.
Nel 2006 arriva “Inkheart” della New Line Cinema e ci troviamo a dover gestire un film da sessanta milioni di dollari con un’organizzazione di stampo artigianal-famigliare, no profit (perché, vi ricordo, la film commission per definizione deve erogare servizi gratuiti alle produzioni). Missione compiuta. Con moltissima fatica, ma compiuta.
Era il segnale di una svolta, in tutti i sensi. Ora si trattava di premere sull’acceleratore e sfruttare l’onda di Inkheart, che uscirà in tutto il mondo nel settembre 2008,  in tutte le possibili direzioni, inclusa quella del cineturismo.
E’ stato ancora lui, il professor Riccardo Aicardi (ex docente di storia e filosofia al Liceo di Albenga), questa volta in qualità di consigliere della Fondazione De Mari della Carisa, a suggerire al dott. Luciano Pasquale e al consigliere prof. Almerino Lunardon, di prendere in considerazione la Film Commission locale della Provincia di Savona, che aveva ottenuto risultati molto interessanti soprattutto in termini di ricaduta economica e di occupazione sul territorio.
Comprendendo appieno il carattere innovativo di questa operazione, il presidente Pasquale non ha avuto alcun dubbio e con i suoi consiglieri ha deciso di includere nel piano programmatico della Fondazione De Mari anche la Italian Riviera – Alpi Del Mare Film Commission.
Non solo ci sentiamo finalmente pienamente apprezzati e riconosciuti ma siamo anche particolarmente soddisfatti del fatto che sia proprio una fondazione con fini di promozione economica e sociale a capire a fondo l’utilità della Italian Rivier a- Alpi del Mare Film Commission per operare un vero rinnovamento del turismo e della cultura del lavoro sul nostro territorio.
Grazie al sostegno della Fondazione De Mari riusciremo a continuare il nostro lavoro per sviluppare in pieno il potenziale del nostro territorio e delle nostre risorse umane per l’industria cinematografica e televisiva e quindi a trasformare il tessuto economico locale, creando nuove attività per i giovani e per chi ha ancora dei sogni.

Alessandra Bergero,
Italian Riviera – Alpi Del Mare Film Commission


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli