Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 18215 del 29 Novembre 2007 delle ore 18:18

Savona, pannoloni non dovuti: l’Asl specifica le modalità di distribuzione

[thumb:1202:r]Savona. La madre è morta da diversi mesi, ma il figlio continua a ricevere dalla Asl pannoloni, mutandoni e traverse nonostante abbia dato tempestiva comunicazione del decesso. E’ quanto ha reso noto un cittadino finalese, prendendo carta e pena e portando il fatto all’attenzione del Gabibbo. “La fornitura consiste in quattro grossi cartoni, contenenti 370 pezzi, il cui valore, presumo, visto quanto ho pagato qualche volte in farmacia, si aggira sui 400-500 euro” ha spiegato il destinatario della scorta superflua, ritenuta “uno spreco che pesa sulla collettività“. Ad effettuare la consegna del materiale con proprio vettore è una ditta vincitrice di gara d’appalto, la Artsana Spa di Como.
In tema di distribuzione di pannoloni a domicilio, la Asl 2 puntualizza che “il pagamento da parte dell’ Asl 2 alla ditta è effettuato sino a che l’utente è in vita: viene esclusa ogni possibilità di consegna o pagamento ad utenti deceduti, in quanto sia l’Asl attraverso l’incrocio dei dati dell’anagrafe sanitaria con quella dei comuni, sia la segnalazione spontanea dei parenti all’Asl o all’azienda distributrice, non permettono pagamenti non dovuti (a persone decedute)”.
Gli utenti che usufruiscono del servizio di consegna dei pannoloni tramite l’Asl 2 sono 5800. Nel 2006 la spesa è stata di 1.450.000 euro e sono state effettuate circa 21 mila consegne a domicilio.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli