Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 18648 del 11 Dicembre 2007 delle ore 10:30

Sciopero autotrasporto, A10: istituito punto di soccorso nell’area di servizio Ceriale Nord

[thumb:4746:r]Regione. Agg. h 14.10 Si allunga il serpentone di autoarticolati lungo il tratto savonese della A10,  i mezzi pesanti occupano la corsia di marcia dall’usicta di Albenga, dove è stato istituito un punto di “prefiltraggio” e si estende sino al casello di Borghetto Santo Spirito. Completamente bloccata l’area di servizio Ceriale Nord; molti camionisti si sono poi recati anche nell’area Ceriale Sud, collegata da un sottopassaggio. 
Proseguono le manifestazioni di protesta degli autotrasportatori con pesanti ripercussioni sul traffico autostradale. Sono oltre 2000 i Tir fermi a Ventimiglia tra la barriera dell’A10, l’autoporto, il parco merci e le zone limitrofe. Gli autotrasportatori hanno trascorso la seconda notte di fermo dopo la giornata di presidio all’ex valico con la Francia, in cui sono stati fermati tutti i Tir in entrata e uscita.
“I nostri artigiani hanno offerto salsicce e vino ai tanti camionisti in transito, anche stranieri, fermi in segno di solidarietà con la nostra causa – spiega Adriano Maini, segretario provinciale della Cna-Fita imperiese – Per riscaldarci abbiamo acceso alcuni falò nelle zone consentite. Ora attendiamo l’esito dell’incontro col governo per vedere se ci sono degli spiragli di una possibile trattativa”.
“Mi auguro che nel governo prevalgano ragionevolezza e senso di responsabilità, in
quanto non è con le battute che si trattano le condizioni dell’autotrasporto” ha aggiunto dalla barriera autostradale di Ventimiglia il responsabile regionale ligure della Fita-Cna, Angelo Lattanzi.
Gli autotrasportatori protestano contro il fallimento e la chiusura di migliaia di imprese italiane; l’aumento incontrollato del gasolio e del costo del lavoro; le lunghe attese nei porti, nelle industrie, nei supermercati; la concorrenza sleale dei vettori dell’Est e degli intermediari; l’abusivismo.
A Genova da questa mattina i Tir sono incolonnati per circa un chilometro sull’elicoidale che conduce in porto al varco di San Benigno. Un altro incolonnamento di mezzi pesanti viene segnalato a Genova-Voltri ed un blocco, già come avvenuto ieri, è stato messo in atto da alcune decine di trasportatori al casello di Bolzaneto, con ripercussioni anche sulla viabilità autostradale.
Il consiglio, a chi dovrà mettersi in viaggio, è quello di informarsi preventivamente al Call Center Autostrade al numero 840-04.21.21. Inoltre, costanti aggiornamenti sulle condizioni di viabilità vengono diramati da Isoradio 103.3 FM, Rtl e attraverso i pannelli a messaggio variabile.
Il gruppo Autostrade per l’Italia avvisa che le manifestazioni potrebbero causare possibili disagi al servizio erogato presso le Aree di Servizio, mentre i sindacati dei gestori dei benzinai avvertono che l’Italia potrebbe finire a secco in breve tempo (cominciano ad essere affissi avvisi di fine carburante sulle pompe di benzina). Ma si lamentano anche i produttori agricoli per le migliaia di tonnellate di frutta e verdura che rischiano di marcire.
A fare le spese delle manifestazioni di protesta è stata anche la stagione teatrale del Chiabrera di Savona. Il “Faust” di Goethe diretto da Glauco Mari, in programma per i giorni 11, 12 e 13 dicembre, è stato rimandato ad aprile. Lo stop dei Tir che ha paralizzato la rete autostradale, infatti, ha impedito alla compagnia Mauri – Sturno di trasportare i materiali di scena necessari per l’allestimento scenico, molto ricco ed elaborato, dello spettacolo. “Purtroppo lo spettacolo – spiega il direttore del Chiabrera, Roberto Bosi – prevede un particolare allestimento scenico, che richiede due giorni interi per il montaggio. Mandare in scena il Faust senza le scenografie sarebbe stato troppo penalizzante per l’ottimale riuscita dello spettacolo; per questo, a malincuore, abbiamo deciso con la compagnia di annullarlo e rimandarlo ad aprile”. Lo spettacolo si terrà nei giorni 1, 2 e 3 aprile 2008.
Sull’Autofiori, su disposizione del Prefetto di Savona, è stato istituito un punto assistenza per i casi di emergenza nell’area di servizio Ceriale Nord. Un’ambulanza attrezzata sarà sempre disponibile sino alla fine dello sciopero degli autotrasportatori. Il servizio, organizzato dal 118, è prestato dalla pubblica assistenza Pietra Soccorso.

[image:4744:c]
La situazione all’altezza dell’area di servizio di Ceriale Nord alle 09.30

[image:4746:c]
La situazione all’altezza dell’area di servizio di Ceriale Nord alle 14.00


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli