Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 18757 del 13 Dicembre 2007 delle ore 11:14

Alassio, causa vinta da nove lavoratori interinali

[thumb:2248:r]Alassio. Si è conclusa con una vittoria la lunga vertenza aperta nei primi mesi del 2005 da nove lavoratori interinali del Comune di Alassio con l’agenzia per l’impiego “Temporary”. L’agenzia dovrà sborsare un risarcimento di oltre 30.000 euro: è quanto ha stabilito la sentenza del giudice del lavoro.
La controversia era iniziata a seguito della segnalazione da parte dei lavoratori di pesanti differenze tra le buste paga della Temporary e quelle della precedente agenzia di somministrazione. I controlli effettuati dalla Cgil sulle buste paga hanno infatti rilevato errori consistenti. Le principali irregolarità riscontrate vanno dalla mancata corresponsione degli arretrati contrattuali, alla mancata retribuzione di alcuni tipi di permesso previsti dal contratto Regione-Autorità Locali, al calcolo scorretto delle festività infrasettimanali.
“In molte buste paga – spiegano dalla Cgil – la moltiplicazione paga oraria per ore retribuite non corrispondeva al totale riportato, a danno del lavoratore. Ugualmente in difetto è risultato in vari casi il calcolo delle ore di straordinario e la differenza tra il lordo ed il totale delle trattenute. Su ogni singola busta paga, Temporary arrivava a trattenere indebitamente tra i 2,5 e i 5 euro: ben più di un normale arrotondamento all’euro inferiore. Violando il contratto Regione-Autorità Locali, Temporary non retribuiva poi i giorni di ferie richiesti ma non ancora maturati dai lavoratori, andando così ad incidere negativamente anche sul calcolo della tredicesima e sull’ammontare definitivo delle ferie maturate. Alle tante irregolarità si aggiungono infine un caso di maternità non pienamente retribuita e frequenti imperfezioni nei contratti, questi ultimi molto spesso modificati all’insaputa del lavoratore”.
Nidil Cgil ha più volte chiesto che il Comune di Alassio si facesse parte attiva nell’erogazione delle somme, essendo per legge corresponsabile delle mancanze dell’agenzia Temporary. Gli esponenti sindacali si lamentano che ciò non è avvenuto. Dopo una serie di incontri ed un tentativo fallito di conciliazione presso la Direzione Provinciale del Lavoro, i lavoratori hanno così deciso di rivolgersi all’avvocato Alessandra Magliotto della Cgil ed hanno infine visto riconosciute le loro ragioni.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli