Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 18926 del 17 Dicembre 2007 delle ore 14:56

Il Comune di Cosseria ai primi posti per la raccolta differenziata

Cosseria. Il Comune di Cosseria è ai primi posti fra i Comuni “virtuosi” nella raccolta differenziata dei rifiuti in Liguria ed ai primissimi in Provincia di Savona ed in Valle Bormida.
Ciò significa che il Comune di Cosseria, con il suo sistema di raccolta multi-materiale, è fra quelli che più contribuiscono al recupero dei rifiuti riciclabili ed alla riduzione del loro conferimento in discarica e pertanto è fra quelli che più operano per fornire un futuro migliore alle nuove generazioni.
In base alla graduatoria resa nota dalla Lega Ambiente della Liguria, alla presenza dell’assessore regionale all’ambiente Franco Zunino, il Comune di Cosseria con il suo 25,96 per cento di rifiuti non smaltiti in discarica, ma avviati alla raccolta differenziata, risulta essere al 26° posto ( su 235 Comuni) in Regione Liguria, ma soprattutto si piazzato all’8° posto assoluto in Provincia di Savona su 69 Comuni ed al 3° posto fra i Comuni della Valle Bormida, superato solo da Carcare e Cairo Montenotte.
Un risultato che premia gli sforzi compiuti in questi anni dalle amministrazioni comunali per conseguire risultati sempre migliori e soprattutto reali. Il risultato di Cosseria deriva infatti dai cassonetti blu distribuiti sul territorio comunale, cui le famiglie conferiscono i rifiuti destinati alla raccolta differenziata. Ad esso deve essere sommato anche quanto le aziende, che operano sul territorio di Cosseria, conferiscono autonomamente al recupero tramite loro consorzi, che il Comune premia con uno sconto sulla tassa per lo smaltimento dei rifiuti. Il risultato complessivo della comunità cosseriese è quindi ancora migliore del 25,96% realizzato dal Comune con i suoi mezzi e con la collaborazione dei cittadini.
“Siamo orgogliosi di questo risultato - ha detto il Sindaco Gianni Cavallero -. Ciò premia l’impegno messo nel conseguimento di questo obiettivo, che sarebbe ancora migliore se tutti collaborassero, mentre c’è ancora non solo chi non lo fa ma persino rovina l’impegno altrui introducendo nei cassonetti della differenziata della spazzatura non riciclabile. Ci auguriamo che questo risultato possa avere una buona cassa di risonanza sui mass-media per dimostrare ai cittadini virtuosi che la perseveranza paga e agli scettici che è ora di assumere un atteggiamento più positivo perché con la collaborazione di tutti i risultati possono arrivare”.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli