Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 19032 del 19 Dicembre 2007 delle ore 18:11

Savona, decreto flussi: patronati denunciano difficoltà per le domande di assunzione

Savona. Lo scorso sabato, a partire dalle ore 8.00, il sistema informatico del Ministero dell’Interno ha iniziato a ricevere centinaia di migliaia di domande d’assunzione di lavoratori extracomunitari non stagionali, in base a quanto disposto dal Decreto Flussi 2007. Delle 352.955 domande pervenute con successo, 162.572 sono state inviate da privati e 190.423 dai patronati. Fronte ad una disponibilità, per questo primo contingente, di soli 47.100 posti, gioca un ruolo essenziale l’ordine con cui le domande sono pervenute al Ministero. Ma non tutti hanno potuto inviare le domande con la stessa facilità e, soprattutto, con la stessa velocità.
Nella Provincia di Savona infatti, come quasi dappertutto in Italia, i computer dei patronati, incaricati di raccogliere le domande dei datori di lavoro, hanno incontrato notevoli difficoltà e rallentamenti nel trasmettere le pratiche al Ministero. Problemi che i privati che hanno inviato la domanda da casa non hanno avuto. La procedura attraverso il sistema telematico appare dunque fortemente discriminante per tutti quei lavoratori che si sono rivolti ai patronati.
Venerdì 21 dicembre alle ore 15.00 presso la sede della CGIL Savona, i patronati INCA-CGIL, ANOLF-CISL, ACLI e EPACA-Coldiretti terranno una conferenza stampa per illustrare le difficoltà riscontrate al momento dell’inoltro delle domande di assunzione al Ministero dell’Interno e le problematiche relative ai ritardi e alla conseguente penalizzazione dei lavoratori che si sono rivolti ai patronati.
Nel corso della conferenza stampa verrà consegnata una scheda con i dati relativi ai tempi d’inoltro delle domande d’assunzione per la Provincia di Savona.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli