Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 19061 del 20 Dicembre 2007 delle ore 13:15

Villanova, grazie al trasferimento Piaggio “incasso straordinario”

Villanova d’Albenga. Ottimismo per il futuro di Piaggio Aero Industries. Anche la Cgil guarda con fiducia allo sviluppo industriale dell’azienda, mentre accordi internazionali nel settore motoristico e potenzialità tecnologiche che possono rende fattibile la progettazione e la costruzione di un nuovo aereo offrono rassicurazioni ai lavoratori.
Nei giorni scorsi i dirigenti dell’industria aeronautica hanno ritirato presso il municipio di Villanova il permesso per costruire il nuovo stabilimento in prossimità dell’aeroporto Clemente Panero. Il processo di trasferimento rivela subito i benefici per il Comune guidato dal sindaco Domenico Cassiano. I responsabili dell’industria hanno provveduto agli adempimenti necessari all’ottenimento della licenza, compreso il versamento della prima rata degli oneri di urbanizzazione. Nelle casse comunali sono arrivati 900 mila euro, ai quali si aggiungeranno nei prossimi mesi altre tre quote dello stesso importo, per un totale di tre milioni e 600 mila euro. Prima di completare la nuova fabbrica, la Piaggio realizzerà altre opere pubbliche, per un’ulteriore spesa di due milioni e 800 mila euro.
“Il trasferimento dello stabilimento di Finale a Villanova d’Albenga e il consolidamento dello stabilimento di Sestri Ponente sono un’occasione di grande rilievo e stanno per diventare una realtà – osserva Anna Giacobbe, segretario regionale della Cgil – Il lavoro di costruzione dell’accordo di programma è a buon punto: i contenuti relativi alla prospettiva industriale ne costituiscono parte essenziale, con il recepimento pieno dell’accordo sindacale, insieme a quelli di carattere urbanistico”.
Però, aggiunge Anna Giacobbe, “c’è un punto sul quale è necessaria una decisione chiara. Il Ministero per le attività produttive deve essere tra i firmatari dell’accordo di programma. Come potrebbe essere diversamente per una iniziativa che ha un indubbio valore nazionale e una proiezione internazionale? Il Ministero ha partecipato alla procedura preparatoria che dura ormai da anni. Chiediamo con grande forza che sia superata quella che ci viene riferita come una indisponibilità del Ministero che non capiamo; chiediamo alla Regione di essere parte attiva nella acquisizione della disponibilità del Ministero a firmare l’accordo”.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli