Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 19090 del 21 dicembre 2007 delle ore 09:40

Musica sacra: a “Res Amissa” i Cantus Firmus e i Blue Note Gospel Choir

Ponente. Due nuovi appuntamenti nell’ambito del festival di musica sacra itinerante Res Amissa. Sabato 22 dicembre presso la Chiesa parrocchiale di San Benedetto Revelli a Imperia. Nell’incantevole cornice dell’edificio, che conserva ancora tracce dell’originaria spiritualità cappuccina, si esibiranno i Cantus Firmus. A partire dalle ore 21.15, il gruppo noto al circuito della rassegna per la partecipazione alle precedenti edizioni, eseguirà brani sacri e profani a quattro voci, a partire da canzoni rinascimentali fino a opere del ‘700. Durante la serata, la Prima Circoscrizione del Comune, presieduta da Tiziano Guarise, consegnerà il Premio Manlio Caprile (volto a segnalare una realtà meritevole in ambito sociale e umanitario del territorio cittadino) alla Croce Bianca, sezione di Porto  Maurizio.
L’ottetto vocale Cantus Firmus si è formato a Mondovì (CN) nel 1989, allo scopo di studiare ed eseguire musiche polifoniche classiche ed antiche per voci maschili. Applaudito in Piemonte, il gruppo ha partecipato numerose tournée internazionali. In sedici anni di attività i Cantus Firmus hanno effettuato più di duecentonovanta concerti esibendosi in importanti rassegne nazionali ed internazionali.
Per l’appuntamento con Res Amissa, l’ottetto vocale interpreterà mottetti di Pierluigi da Palestrina, così come l’Ave Maria di Mozart, per approdare a classici delle feste natalizie come White Christmas, Silent Night, Oh happy day. I componenti dei Cantus Firmus sono: Roberto Beccaria (tenori primi), Mauro Bertazzoli e Gianluca Dho (tenori secondi), Roberto Ghiglia e Paolo Michelis (bassi), Efrem Moro e Marco Cerato (baritoni), Aldo Mammola e Vito Bottero (fiati).
La Chiesa parrocchiale di San Benedetto Revelli a Imperia sorge lungo la salita al Santuario di Monte Calvario. La sua origine è legata ai Padri Cappuccini e risale al 1642. Precedentemente dedicata a Santa Maria Maddalena a memoria del titolo di un pilone, l’edificio è ricco di opere scultoree e lignee che saranno presentate dagli storici dell’arte che, come consuetudine in ogni tappa di Res Amissa, introdurranno il luogo sacro che ospita il concerto.
Domenica 23 dicembre a Civezza, presso la Chiesa di San Marco alle ore 21.15, si esibiranno i Blue Note Gospel Choir. Il gruppo proveniente dalla provincia di Torino è composto da giovani che, uniti dalla fede cristiana e dall’amore per la musica, si sono trovati a condividere la passione per il gospel. L’idea di fondare un coro ha radici profonde ed ha generato un’attività in crescita nel corso degli anni. Ogni concerto è per il gruppo anche un’occasione di dialogo con il pubblico, che diventa parte attiva grazie ai ritmi
coinvolgenti della musica gospel. Il programma della serata prevede brani che spaziano dai traditional, fino ai contemporany gospel. 
Cornice del concerto di Civezza sarà la suggestiva Chiesa di San Marco, edificio tardomedievale la cui ricostruzione si affianca all’oratorio di San Giovanni Evangelista. Anche qui, gli storici dell’arte introdurranno notizie e curiosità storico artistiche della
Chiesa.
Durante entrambi i concerti, saranno distribuite buste (da depositare prima dell’uscita in un’urna appositamente collocata per la raccolta), entro le quali ciascuno potrà devolvere liberamente una cifra, anche simbolica, a favore dell’operato della Fondazione Magistrato di Misericordia. L’iniziativa è, infatti, promossa dall’Associazione Culturale Res Amissa, organizzatrice della rassegna, che quest’anno ha fatto propria la causa della Fondazione, per la raccolta di fondi da destinare ai bisognosi. Un gesto di grande carità in occasione delle festività natalizie.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli