Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 19381 del 31 dicembre 2007 delle ore 14:18

Loano, ultimi due appuntamenti della rassegna “Natale in musica”

[thumb:4911:r]Loano. A Loano, la conclusione della rassegna “Natale in musica a Loano”, promossa dall’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Loano, è affidata a due concerti-evento che si svolgeranno nella Chiesa S. M. Immacolata. I protagonisti saranno, giovedì 3 gennaio, Magoni e Spinetti e sabato 5 gennaio, Elena Ledda.
Giovedì 3 gennaio, alle ore 21.00, il suono di una voce (virtuosa e versatile) e di un contrabbasso daranno vita al concerto “Quam dilecta”. Gli interpreti sono già noti al pubblico loanese, che li ha potuti apprezzare la scorsa primavera nell’ambito dei concerti a Palazzo Doria. Petra Magoni & Ferruccio Spinetti sono due artisti di grande ecletticità e virtuosismo, due autori ricchi di poesia e nello stesso tempo due interpreti ironici e capaci di confondere i generi e mischiare le carte. Lei è una cantante con alle spalle studi di canto classico e musica antica e varie esperienze nel rock, nel pop e nel jazz, lui è da 16 anni il contrabbassista degli Avion Travel. Petra Magoni & Ferruccio Spinetti presenteranno a Loano un concerto dedicato alla musica sacra, che, senza tradire lo stile del duo, accosta una serie di brani di autori classici rivisitati dai due artisti a canzoni originali. Quam dilecta costituisce il terzo progetto di “Musica Nuda”. Alcuni dei brani fanno parte del repertorio del Coro di voci bianche della Chiesa di San Nicola in Pisa, dove Petra Magoni ha cantato da bambina e da adolescente per tanti anni. Quam dilecta, oltre ad essere un concerto già presentato con successo dal duo in varie città italiane, è anche il titolo dell’album, pubblicato nel novembre 2006 (Radiofandango). Raccogliendo l’invito di Musica dei cieli (la rassegna milanese musicale promossa dalla Provincia di Milano e che si svolge nelle chiese e abbazie di Milano e provincia) Magoni e Spinetti hanno deciso di cimentarsi con un repertorio di musica sacra. Per questo motivo, si sono ‘ritirati’ alla fine dell’estate 2006 nella chiesa pisana di San Nicola, dove hanno messo a punto la Ninna Nanna di Brahms, l’Ave Verum di Mozart e Hochster Mache deine Gute di Bach, oltre a molte altre composizioni su testi liturgici scritte dalla coppia e da alcuni sacerdoti. In programma ci saranno: Fermarono i Cieli di Sant’alfonso Maria de’ Liguori (adattamento Enzo Marcacci), Impro S. Nicola di Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, Vorrei salir sull’ali d’una stella di Sac. Giulio Celli e Sac. Dino Menichetti da Tre Laudi Alla Madonna, Deus 2006 di Nicola Toscano, Petra Magoni e Marco Masoni, Angeli di Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, Signore delle cime di Bepi De Marzi, Canzone di Natale di Sac. Giulio Celli e Sac. Dino Menichetti, Quam dilecta composizione di Domenico Bartolucci su testo liturgico. ll Duo Petra Magoni e Ferruccio Spinetti è nato nel 2003. Il loro primo disco, Musica Nuda, è uscito nel 2004. Da allora, sono stati centinaia i concerti dal vivo sul territorio nazionale e 15.000 le copie vendute. C’è stata la partecipazione a due Premi Tenco (terzo posto categoria interpreti nel 2004) e al Primo Maggio 2005, il premio “Progetto Speciale” al MEI di Faenza 2004, nonché la rotazione sulla radio nazionale, la pubblicazione del disco in Francia dove hanno vinto il disco d’oro con acclamazione della critica e si sono aggiudicati la presenza per mesi nella top ten della classifica jazz, suonando in decine di festival e teatri prestigiosi. Nel 2006 è uscito Musica Nuda 2 (Radiofandango/edel), disco in cui l’esperienza maturata continua, arricchita dalla presenza di brani originali firmati sia dal duo che da importanti autori italiani. Grazie a questo disco Petra e Ferruccio si sono aggiudicati la Targa Tenco 2006 come migliori interpreti e, grazie ai loro innumerevoli concerti, il premio “Miglior Tour” al MEI di Faenza. Musica Nuda 2 è stato, inoltre, pubblicato in Francia ed ha ottenuto un notevole successo di vendite. Nel giugno dello stesso anno è uscito il “DVD Musica Nuda – Live a Paris”, mentre è del 2007 la pubblicazione del disco Musica Nuda – Live a FIP registrato dal vivo presso l’auditorium di Radio France a Parigi, ed entrato subito al terzo posto nella jazz chart francese.
Sabato 5 gennaio, torna per il terzo anno l’appuntamento con i Suoni della Tradizione, concerto dedicato alla musica popolare sacra. Elena Ledda, cantante e ricercatrice, apprezzata in tutto il mondo come portavoce della ricca e originale tradizione musicale e linguistica della sua terra d’origine, la Sardegna, presenterà Cantendi a Deus un concerto dedicato al canto sacro. Il programma scaturisce da una lunga ricerca che ha evidenziato come in Sardegna i canti tradizionali mantengano ancora intatta la loro capacità comunicativa insieme alla loro funzione sociale. In particolare le forme musicali dei “Goccius”, di importazione Catalano-Aragonese, dei “Rosari” e delle “Pregadorias”. Nei canti della tradizione Natalizia, oltre ai “Goccius de Nadale”, si ritrova “Celesti Tesoru” conosciuto anche come “Su Pizzinneddu”, “Su Pipieddu”, un canto che si sviluppa sul modulo del canto a “Curba” tipico del Campidano, che si è poi diffuso nel resto dell’isola con le relative varianti linguistiche. Il concerto propone anche brani che non vengono più eseguiti e che sono ripensati e restituiti in una veste che non snatura affatto il loro spirito originale, come il quattrocentesco “Canto della Sibilla”, di derivazione Catalana, brani di provenienza Gregoriana, e alcuni brani delle “Sacre rappresentazioni” del Seicento.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli