Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 19380 del 31 dicembre 2007 delle ore 14:07

Pietra, Riviera dei Teatri: il 3 gennaio concerto della Torino Jazz Orchestra

[thumb:4910:r]Pietra Ligure. Giovedì 3 gennaio, a Pietra Ligure, prenderà il via la stagione teatrale promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Pietra Ligure, nell’ambito del circuito La Riviera dei Teatri – Provincia di Savona. 
Ad inaugurare la rassegna sarà il concerto della Torino Jazz Orchestra. Formazione jazz, attiva da oltre vent’anni come Gianni Basso Big Band, la Torino Jazz Orchestra, ha consolidato e istituzionalizzato l’esperienza della compagine da cui deriva, fondata e diretta da una “leggenda” del jazz italiano.  Sotto la leadership di Gianni Basso ed il coordinamento di Fulvio Albano, la Torino Jazz Orchestra è divenuta punto di riferimento per i migliori fra i musicisti di talento e per le istituzioni, che vi possono attingere programmi musicali di attestata qualità artistica.
Primo ed unico ente orchestrale di musica jazz ad acquisire lo status di organico ufficiale, la Torino Jazz Orchestra è recentemente entrata a far parte, insieme all’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, al Teatro Regio Itinerante e all’Accademia Corale Stefano Tempia, del sistema istituzionale Piemonte in Musica.
Il programma che l’orchestra presenterà nel Teatro Comunale di Pietra Ligure è uno spaccato del grande jazz internazionale e si articolerà in un omaggio alle più grandi big bands della storia del jazz: Count Basie, Duke Ellington, Thad Jones …
Dalla grande tradizione swing ad un occhio attento alle migliori composizioni della storia più recente, la trama del concerto mette in evidenza tutto il potenziale espressivo della migliore tradizione ed attualità del jazz. Un filo conduttore condurrà dalle prime composizioni di Basie e Ellington, fino ai brani più moderni di Thad Jones, passando ovviamente per i grandi compositori e songwriters come Gershwin, Van Heusen, Carmichael …
Il programma sarà diretto da uno tra i più rappresentativi jazzisti italiani, uno di quelli che hanno fatto la storia: Gianni Basso. Durante il concerto si potranno ascoltare anche alcune bellissime composizioni di Basso arrangiate del grande Dusko Goykovich.
La Torino Jazz Orchestra si è prodotta in concerto in alcuni  importanti eventi cittadini: nel corso dei XX Giochi Olimpici Invernali, durante la cerimonia di chiusura dei Campionati Mondiali di Scherma e nella manifestazione cittadina organizzata in occasione del lancio della Nuova Fiat 500. La collaborazione con la Filarmonica ‘900 del Teatro Regio di Torino – con la quale ha recentemente accompagnato in due strepitosi concerti la vocalist Dee Dee Bridgewater – ha confermato la capacità dell’orchestra di imporsi come riferimento per il jazz piemontese e creare, nel contempo, sinergie con le principali istituzioni di musica classica  della regione.
Nel lungo curriculum della formazione spiccano le collaborazioni con Dusko Goykovich – arrangiatore   ufficiale  della Band – Johnny  Griffin, Ernie Wilkins, Alvin  Queen, Tony  Scott, Erick   Klainshuster, Lee Konitz, George  Robert, Dado Moroni, Franco Cerri, Benny Bailey, Toots Thielemans, Slide Hampton, Adrienne  West, Lou  Blackburn, Jiggs Wigham e molti altri  ancora.
Da segnalare è anche l’attività discografica, iniziata  con  il fortunato LP “Miss Bo” del 1985 e completata dalla pubblicazione del Cd “Live featuring Slide Hampton”.
Lo spettacolo prenderà il via alle ore 21.00.
Il 26 gennaio sul palco del nuovo teatro pietrese salirà Nicoletta Braschi che, insieme a Enrico Ianniello e Tony Laudadio, sarà l’interprete di Il metodo Gronholm, una spietata commedia sulle moderne tecniche aziendali di selezione del personale.
Musica e teatro saranno gli ingredienti dell’itinerario urbano che propone Costruzione (19 febbraio), spettacolo con il clarinetto di Gabriele Mirabassi che di volta in volta si mescola, sottolinea, interferisce, conduce il canto e la parola di Barbara Casini e Ugo Dighero.
Fuori abbonamento, per l’appuntamento di Teatro OFF-ON, Mauro Monni, presenterà Feltrinelli, una storia contro (27 febbraio),  il racconto della storia italiana dal dopoguerra ai primi anni ’70 vista attraverso gli occhi di Giangiacomo Feltrinelli, fondatore dell’omonima casa editrice.
Il 18 marzo, Marina Massironi e Antonio Catania presenteranno Non si paga! Non si paga! (18 marzo) commedia – scritta e diretta da Dario Fo.
Si tornerà poi al jazz con Dusko Goykovich & The Birth Of The Cool Today (27 marzo) che eseguiranno un concerto dedicato all’esperienza storica del cool jazz.
La stagione di Pietra Ligure si chiuderà con L’ultima radio (24 aprile) monologo brillante in cui Tullio Solenghi racconterà della radio, straordinario mezzo espressivo che ha contrassegnato significativamente la sua carriera artistica.
La stagione teatrale pietrese, ospiterà, anche, due appuntamenti di teatro ragazzi pensati per gli alunni delle scuole medie e inseriti nel nuovo circuito provinciale dedicato alle nuove generazioni di pubblico.
Il 22 gennaio andrà in scena lo spettacolo Il ritorno del Barone di Münchhausen, ispirato a “Le avventure del Barone di Münchhausen ” di E. Raspe, nella rilettura della Fondazione Aida. Il
6 marzo sul palco del teatro comunale saliranno  I Freakclown che mescoleranno le arti circensi come la giocoleria, l’equilibrismo e l’acrobatica con il teatro comico fatto di pantomima e commedia dell’arte. Gli spettacoli si terranno a partire dalle ore 10.00.
I biglietti si possono acquistare a Pietra Ligure, presso il Cinema teatro Comunale, Piazza castello e presso Edicola Amandola, Via Matteotti 36, a Loano presso Lollipop Dischi, Via Garibaldi, 64, a Finale Ligure nella Libreria Centofiori, Via Ghiglieri 1.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli