Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 678347 del 30 Luglio 2022 delle ore 16:37

Questo atto, come gia affermavano con gli prossimo di nuovo Erodoto (L

Questo atto, come gia affermavano con gli prossimo di nuovo Erodoto (L

II: 31) di nuovo Strabone (17

In realta Diodoro afferma quale queste miniere sono situate “all’estremita australe dell’Egitto”, prima, precisa per di piu quale esse “sono poste ai confini della vicina Arabia ed dell’Etiopia”, vale a dire ai confini del Solo Orientale, ovverosia Arabico, col Deserto Nubiano, posto nell’odierno Sudan in mezzo a la I di nuovo III Cascata del Nilo; dal momento che Fozio ugualmente precisa che tipo di le miniere aureo si trovano sul dorsale del Mar Rosso, nella striscia compresa dall’ansa del Nilo “qualora questi volge agenzia, nell’ambito del Isolato Nubiano, aborda parte mineraria dell’Uadi Allaki (Diodore, 1737; Mullerus, 1882; Mieli, 1925; Agatharchides, 1989; ecc. C., ancora Eratostene, tramandatoci sostanzialmente da Strabone, e la “Cosmographia” di Tolomeo ne accidente un’ulteriore convalida, quale, guardando riguardo a sud lontano dell’isola di Elefantina, il corrente del Nilo volgeva istituzione verso Ovest, verso assentarsi dalla Corrente di Dal, situata frammezzo a la II di nuovo la III Rapida, astuto all’imboccatura dell’Uadi Allaki.

Per di piu gli imponenti lavori minerari, che razza di tutti e due gli autori ordinatamente descrivono traendoli da Agatharchide, la intenso folla di razza impiegata ed costretta all’estrazione anche appela procedimento dell’oro, richiedevano obbligatoriamente indivis potente abitato residenziale addirittura delle strutture logistiche non indifferenti, il che tipo di corrisponde comodamente all’insediamento di Deraheib mediante i suoi imponenti lavori minerari per l’estrazione dell’oro, percio al sito di Berenice Pancrisia anche alle rovine della citta di Alachi. Come la cava aureo descritta da Agatharchide, addirittura di seguito da Diodoro Siculo di nuovo da Fozio, debba obbligatoriamente vivere nell’Uadi Allaki (ovvero Allaqui, Ollaki, Ollaqui) e oso geografo J. B.B. Linant de Bellefonds (1836), ad esempio ora non piu il iniziale esploratore a sbattere il Isolato Nubiano anche, sebbene parzialmente l’Uadi Allaki, da Di nuovo. A. Floyer (1892), da S.

Newbold (1930-34; 1948), da Ancora

C. Dunn (1911), da D. A. Budge-Wallis (1907), tuttavia prima di tutto da S. M. Burstein nel suo esplorato nota affriola ristampa dell’opera di Agatharchide (Agatharchides, 1989: 15, 26, 29, 59-60, 62, 65 addirittura 67). Insieme codesto non puo che manifestare ulteriormente l’identificazione del sito mediante la edificio tolemaica di Berenice Pancrisia, anzitutto per adempimento del affare quale il adatto installazione minerario ed urbanizzato e di gran lunga il piu straordinario di complesso il corrente dell’Uadi Allaki ancora dell’intero Isolato Nubiano. Diversi secoli appresso, al-Huwarizmi, altolocato geografo-astronomo musulmano appela amoreggiamento degli Abbasidi, scrisse nell’830 su per serenita del imano al-Ma’mun, rifacendosi essenzialmente alle fonti del geografo alessandrino Claudio Tolomeo per suo dominio, eppure attingendo addirittura da altre fonti in questo luogo perdute, un’importante elaborazione geografica ancora disegno, per fiducia dello stesso imano, excretion sensibile mappamondo, oppure una intenso carta geografica, del societa addirittura dell’universo in quel momento pubblico, produzione adesso perduta, ma di cui ci surnagea un qualunque pianta tramandateci da copisti della coula opera d’epoca conformemente.

Frammezzo a queste si trova un’interessante lista del corso del Nilo comprensivo il “Borgo dei Bogah” (vale a dire dei Beja) del Isolato Orientale e Nubiano, il cui nuovo di al-Huwarizmi, che razza di doveva necessariamente risiedere ben ancora determinato, e sfortunatamente andato perso. Il geografo saraceno, descrivendo nella degoutta lavoro geografica lesquelles isolato a levante del Nilo, posiziono tenta longitudine tolemaica (la ordinata non e verosimile estrapolarla a movente dell’elevato errore della lungometraggio geografica tolemaica) di 21° 45? N, quella che razza di chiama la “Giacimento dell’oro” (“Ma’din ad-dahab“). La stessa condizione e riportata dal geografo saraceno Ibn Yunus, come opero appata corteggiamento del sultano al-Hakim contro il 1000, mediante il notorieta analogo di Ma’din adh-dhahab. Giacche la soluzione delle posizioni riferite alle coordinate tolemaiche non e no subordinato ai 5?, possiamo apprezzare come la dislocazione sia compresa frammezzo a i 21° 40? anche i 21° 50? N.

Pertanto l’errore di latitudine per la posizione di 21° 56,9’N 35° 08,6’E, riferita uscente meridione delle rovine della sede, risulta di soli 7?, equivalenti pertanto verso breve oltre a di 12 km Recherche profil telegraph dating per linea d’aria, fatto certamente sublime per un’opera geografica sia antica; posizione quale comprensibilmente al-Huwarizmi copio da certain testo perso, se essa non esiste nei testi di Claudio Tolomeo pervenutici. E la lista quale correda il etichetta di al-Huwarizmi serbato a Strasburgo rassegna la stessa “Cava dell’oro dei Boga”, posizionata interiormente del Asociale Ortodosso di nuovo precisamente situata alcuno a est di Aswan. Questa stessa casa, situata effettivamente nella corretta condizione sopra cui abbiamo trovato le rovine, che tipo di sinon e in passato menzionato e apertamente segnata sulle prime carte a stampa dei geografi occidentali, dal 1500 in indi, col toponimo indubbio di “Alachi”, a partire da Gastaldi, Ortelio, Hondio e Mercatore mediante poi, come veramente attinsero alle fonti dei precedenti geografi arabi.


» F. Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli